scuola

Cpia, nei locali del Comune in via Varsavia a Latina, due aule per i corsi mattutini

L'assessore Gianmarco Proietti ha trovato una soluzione per le 15 Lsu che rischiano il posto di lavoro

LATINA – I docenti del Cpia avevano denunciato, in una dura lettera, l’impossibilità di alcune donne a frequentare il centro dell’istruzione per gli adulti, a causa delle lezioni solo pomeridiane, legate alla struttura che ospita il Cpia, ovvero la scuola media Volta di via Botticelli. Le 15 Lsu rischiano il posto di lavoro se non riusciranno a prendere il diploma di terza media, ma il loro orario lavorativo non è in linea con quello del centro. L’assessore all’istruzione del Comune di Latina, Gianmarco Proietti, si è fatto carico del problema e ha individuato due aule “nei locali del Comune in via Varsavia, che è un ex scuola e dove sarà possibile svolgere lezioni di mattina”. Al momento un piccolo passo avanti per risolvere l’annosa questione della sede dl Cpia che era stato individuata, grazie a un accordo con la Provincia, in un’ala dell’ex Sani, dove il Comune aveva già svolto i lavori e dove la scuola si sarebbe potuta trasferire a breve. Ipotesi questa non più percorribile perchè la Provincia ha deciso di alienare il bene. Ieri mattina l’assessore Proietti ha incontrato il presidente della Provincia Carlo Medici e il responsabile del settore scuola per cercare soluzioni e individuare una sede compatibile, “Prima di tutto per gli spazi, al momento troppo stretti per ospitare gli oltre 500 iscritti, e anche per dare a tutti gli studenti una sede autonoma, come è nel loro diritto”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto