economia

Indagine congiunturale di Federlazio Latina, per le imprese il futuro è incerto

Il presidente Rossignoli: "Abbiamo voglia di fare, ma serve subito un cambiamento"

LATINA – Non sono positivi i dati dell’indagine congiunturale di Federlazio presentati questa mattina presso una delle aziende associate, la Belectric Italia. Le imprese continuano a nascere, ma la crisi si avverte in tutti i settori, qualche spiraglio arriva dall’export e dalla innovazione e ricerca, ma deve essere la politica a giocare un ruolo determinante per permettere l’uscita dall’impasse. “Quello che occorre è una sola cosa: il taglio delle tasse”, ha spiegato il presidente della Federlazio Latina, Silvio Rossignoli.

ASCOLTA

I dati forniti nel corso della conferenza stampa, rappresentano un tessuto imprenditoriale che ha difficoltà nel guardare al futuro con ottimismo, soprattutto a causa dell’ assenza di programmi di sviluppo: “E l’incertezza crea immobilismo – ha detto il direttore di Federlazio Latina, Claudio Malagola – che, associato alla preoccupazione per il futuro, porta alla luce un quadro fatto più di ombre che di luci che, se non verranno adottate soluzioni, rischia di essere un grave gap per la provincia”.

I dati nel commento del Direttore Claudio Malagola, ASCOLTA

L’indagine congiunturale è realizzata intervistando le imprese iscritte a Federlazio alle quali  sono stati posti quattro quesiti: Ci sono segnali positivi e si può guardare con una certa tranquillità al futuro (solo il 4,2% delle imprese pensa di sì); Si stanno realizzando le condizioni per raggiungere un discreto equilibrio economico (il 20,8% dice sì); L’equilibrio economico è ancora precario (ben il 66,7% degli intervistati ritiene di sì) e infine Il futuro non si presenta positivo (l’8,3% dice di sì).

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto