raccolta fondi

Per le ricerche di Nardi servono 50mila euro al giorno: aperte le donazioni

Sulla una piattaforma GoFundMe l'appello del fratello e degli amici

LATINA – Ogni giorno di ricerche sul Nanga Parbat costa 50 mila euro. Tanti ne servono per pagare elicotteri ed elicotteristi dell’aviazione pakistana che , tempo permettendo, perlustreranno la montagna in cui è scomparso domenica scorsa Daniele Nardi.  E’ terminato già, il fondo lasciato dall’alpinista, e la famiglia ieri ha coperto con altre somme le spese necessarie al proseguimento delle operazioni di soccorso.  In queste ore è stata attivata una raccolta di fondi promossa dal fratello dell’alpinista di Latina e da altri due collaboratori dello staff attraverso la piattaforma Gofundme, alla quale tutti possono partecipare. L’invito è a esserci anche con piccole somme.

IL MESSAGGIO –
Ciao a tutti,

siamo un gruppo di amici di Daniele. Lui è nei nostri cuori.

Daniele e Tom suo compagno di spedizione sono dispersi sul Nanga Parbat dal 24.02.2019. Vogliamo dare il nostro aiuto alle ricerche per noi Daniele non è solo un amico ma anche un fratello, una fonte di ispirazione per la sua determinazione, semplicità e soprattutto AMORE PER LA VITA. Vogliamo ricambiarlo con un piccolo gesto e non lasciare nulla di intentato perché Tom e Daniele tornino a casa.

Tutte le donazioni verranno utilizzate per dare un supporto concreto per ritrovare tutte e due gli alpinisti. Le somme non utilizzate per tale scopo verranno devolute alle scuole del Pakistan per garantire ai ragazzi il diritto allo studio, come Daniele ha fatto e fa in ogni sua spedizione come Ambasciatore dei Diritti Umani.

Grazie!

14 Commenti

14 Commenti

  1. Antonio Gobbo

    Antonio Gobbo

    2 Marzo 2019 alle 13:00

    Se era un politico lo stesso giorno erano vivi bastardi

  2. Paola Quaglieri

    Paola Quaglieri

    2 Marzo 2019 alle 13:02

    Assurda una cosa del genere

  3. Lidia Parisotto

    Lidia Parisotto

    2 Marzo 2019 alle 13:05

    Ma è una vergogna

  4. Daniela Monosi

    Daniela Monosi

    2 Marzo 2019 alle 13:08

    Assurdo!!!!!!!!

  5. Cristina Olivier

    Cristina Olivier

    2 Marzo 2019 alle 13:12

    Senza parole

  6. Stella Vitelli

    Stella Vitelli

    2 Marzo 2019 alle 13:50

    Una vergogna

  7. Linda Isabella Lidia Giannini

    Linda Isabella Lidia Giannini

    2 Marzo 2019 alle 14:06

    Potete darci le indicazioni per poter contribuire?

  8. Giovanni Piscopo

    Giovanni Piscopo

    2 Marzo 2019 alle 14:27

    Ma ci è andato o ce lo hanno mandato….non poteva starsene a casa….

  9. Emanuele Federici

    Emanuele Federici

    2 Marzo 2019 alle 14:37

    Emiliano Zizzi Rossi n altro modo x fregate soldi

  10. Paolo Davide Calvani

    Paolo Davide Calvani

    3 Marzo 2019 alle 14:59

    Dispiace dirlo ma se la sono cercata…cosa ti puoi aspettare se ti fiondi in quei posti inospitali? A 6000 metri di quota o giù di li, la morte è dietro l’angolo, perché sfidare la sorte in quel modo? Cosa devi dimostrare? Tra l’altro anche sua madre ci ha rimesso la vita in quel posto….ekk poi la gente deve pagare per tirarli fuori dai guai….

Lascia un commento

Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto