cronaca

Sezze ricorda il suo alpinista, lutto cittadino venerdì per Daniele Nardi

Un minuto di silenzio alle 12:30 e drappi bianchi alle finestre

SEZZE – Sezze ricorda il suo alpinista Daniele Nardi e per farlo, l’amministrazione ha proclamato una giornata di lutto cittadino il prossimo 15 marzo. Lo ha stabilito il sindaco con una ordinanza in cui si legge: “Daniele Nardi rappresenta per la comunità di Sezze un punto di riferimento importante, espressione di forza, coraggio e portatore di valori di vita fondamentali quale ambasciatore nel mondo per i diritti umani. L’intera comunità è stata profondamente colpita dalla tragica notizia e vuole, in modo concreto, dimostrare la propria vicinanza ai familiari, per questo l’Amministrazione, facendosi portavoce della collettività vuole manifestare in modo tangibile e solenne il dolore del paese stringendosi intorno alla famiglia e proclamando il lutto cittadino per la giornata di venerdì 15 marzo”.

Le sedi comunali per l’intera giornata avranno la bandiera a mezz’asta e nelle scuole di ogni ordine e grado, per ricordare Daniele Nardi svolgeranno le attività che riterranno più opportune dalle ore 10 alle ore 12. Gli esercizi commerciali,  imprenditoriali e professionali sospenderanno le proprie attività per 30 minuti dalle ore 12,00, alle 12:30 invece si osserverà un minuto di silenzio. “Tutti i cittadini sono invitati a esporre nelle loro abitazioni un drappo bianco a dimostrazione della grave perdita e del profondo dolore”.

1 Commento

1 Commento

  1. Ivo gallon

    12 Marzo 2019 alle 23:03

    Ciao, mi dispiace tanto per Daniele e soprattutto per la famiglia. Che dire, io sono un alpinista della domenica, pero’ alla fine voglio sempre “arrivare su” e ho famiglia pure io. Dici questa è l’ultima ma appena scendi pensi ad un’ altra montagna…siamo egoisti, questa è la verità. Dispiace ammettere che sono state dette tante cose che celavano anche invidia o rancore o sentenze..non ci vogliamo bene perché noi alpinisti siamo secondo me come tutti gli altri. Parlo per me ovviamente. Una preghiera per Daniele e Tom.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto