cronaca

Aereo caduto in Etiopia, Cisterna piange Virginia Chimenti, la ragazza che lavorava all’Onu

Il sindaco Mauro Carturan: "La città vi è vicina"

CISTERNA – “Un’altra tragedia colpisce una famiglia di Cisterna. Che la vicinanza di tutta la città arrivi ai familiari di Virginia Chimenti, scomparsa nel disastro aereo avvenuto nelle scorse ore in Etiopia”. E’ lo stesso sindaco Mauro Carturan ad annunciare su Facebook che era residente a Cisterna la mamma di Virgina, Daniela Capogna.

Virginia Chimenti, 26 anni, dopo aver studiato al liceo Amedeo Avogardo nel quartiere Coppedè di Roma, si era trasferita Milano dove si era laureata alla Bocconi, con indirizzo economico commerciale, poi il master a Londra in studi orientali e l’esperienza alla United Nations Capital Development Fund e all’Ifad, International Fund for Agricultural Development. Dal 2017 era funzionaria consulente Budget Officer del WFP dell’Onu. Con la passione per l’Africa anche lei era diretta, con Pilar, Paolo Dieci, e gli altri a Nairobi, dove però non è mai giunta.

“Vivi è come se avesse vissuto dieci vite. Era una forza motrice. Avrebbe fatto la differenza nel mondo”, dice Claudia Chimenti, sorella maggiore di Virginia, ricordandola su Il Messaggero.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto