di e con Licia Pastore

Clementina Calligaris, la “Maestrina” di Sezze che lottò per le donne

Un libro di Dario Petti ricostruisce la figura una delle 13 della Consulta per la Costituente

( nelle foto l’editore Dario Petti con la curatrice della rubrica, Licia Pastore e foto d’epoca di Clementina Calligaris)

LATINA –  Clementina Caligaris. Storia di una consultrice, ovvero di una tra le prime tredici donne italiane ad entrare in un’ istituzione politica, la Consulta nazionale per la Costituente che entrò in funzione il 25 settembre del 1945 all’indomani della caduta del Fascismo. La racconta a I nostri Libri, Dario Petti, autore oltre che editore (sua Atlantide Editore) del libro che ritrae questa sorprendete figura femminile.

“La Caligaris  – racconta Petti – che era stata per vent’anni maestra elementare nelle scuole di Sezze e militante socialista in tutto l’Agro pontino nei decenni iniziali del ‘900. Nella piccola pattuglia femminile della Consulta spiccavano i nomi della democristiana Angela Maria Guidi Cingolani e della comunista Teresa Noce, che l’anno successivo sarebbero state elette all’Assemblea Costituente. Ma la più anziana tra di loro era la maestra socialista Clementina Caligaris, di origine vercellese,  giunta a Sezze nel 1904 dove ben presto si mise in luce per una intensa attività politica e sindacale a sostegno delle donne dei braccianti, per la loro emancipazione economica e sociale e delle maestre elementari che rappresentava nei vertici regionali dell’Unione Magistrale Nazionale”.

“A Sezze arrivò all’età di 22 anni per fare la maestra e si fece subito notare. Qui trovò l’amore” racconta Dario Petti

Una donna capace di tenere comizi nelle piazze dei paesi lepini e della pianura pontina:  “Aveva un forte ascendente sulle donne del popolo – racconta il ricercatore  – e il fascismo la cacciò da Sezze assieme alla famiglia per le sue idee politiche costringendola a rifugiarsi a Velletri”. La “maestrina”, come la chiamavano a Sezze, fu protagonista di rivolte e manifestazioni rimaste impresse nella memoria popolare, e proseguì il suo impegno fino alla fine degli anni Cinquanta prima con il Psi e poi con il Psdi.

Clementina Caligaris morì nel 1977 a 94 anni quando la lotta per i diritti femminili alla conquista dei quali aveva contribuito in maniera determinante, era esplosa in tutta la sua potenza.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto