cronaca

Il 5 maggio brillamento della bomba trovata a Formia, 16 mila evacuati

La Asl ha predisposto tutti i trasferimenti

Shares

FORMIA – Si sta predisponendo tutto in queste ore per il brillamento della bomba d’aviazione inglese “spuntata” dopo 75 anni in un cantiere edile nel quartiere di Rio Fresco Scacciagalline a Formia. Le operazioni si svolgeranno il prossimo 5 maggio dalle 7 del mattino alle 16. E’ prevista l’evacuazione di circa 16 mila persone (ovvero quelle che si trovano nel raggio di 1.800 metri dal luogo del ritrovamento), tra cui anche i pazienti del Don Svizzero di Formia che saranno spostati nella clinica Sorriso sul mare. E’ prevista anche la sospensione della linea ferroviaria e della circolazione stradale.

La Asl di Latina ha previsto la chiusura dei ricoveri programmati per tutte le strutture sanitarie dell’Azienda, la chiusura dei ricoveri da Pronto Soccorso di Formia per le sole Unità Operative di Ostetricia – Ginecologia e Pediatria – Nido; il trasferimento dei pazienti non dimissibili dal reparto di pediatria – ostetricia di Formia all’ospedale di Fondi; Chirurgia e Medicina all’Ospedale di Terracina e  Clinica del Sole; i pazienti di Rianimazione all’Ospedale di  Fondi; cardiologia e Spdc all’ospedale di Latina. Il 4 maggio cesserà l’accettazione dei pazienti in Pronto Soccorso dell’Ospedale di Formia; e 5 verrà attivato l’ambulatorio Ambufest a Gaeta e Minturno. Le attività riprenderanno il 6 maggio.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto