attualita'

Dalla collina al mare, si va verso il Distretto del cibo pontino

Sabato sarà firmato un protocollo d'intesa tra gli enti che si occupano di turismo, comuni e Camera di Commercio

SERMONETA – Verrà sottoscritto domani al Castello Caetani di Sermoneta un Protocollo d’intesa  tra 25  Enti ed Organismi, tra cui la Camera di Commercio di Latina, ideatrice del progetto, insieme ai Comuni di Latina, Sermoneta e Bassiano, l’Associazione Strada del Vino dell’Olio e dei Sapori della provincia di Latina, l’Istituto di Istruzione superiore San Benedetto di Latina, il Parco Nazionale del Circeo, la Fondazione Roffredo Caetani, il FAI Fondo Ambientale Italiano delegazione di Latina –Gaeta, Federalberghi Latina, Slow Food Latina, il Museo Piana delle Orme, Solidarte, il CSV Centro Servizi Volontariato Lazio, Fondazione Bio Campus, la Fondazione Campus Internazionale di Musica, l’Associazione Prodotti Pontini, l’Associazione Maggio Sermonetano, l’Associazione Cavata Flumen, l’Aspol, il CAPOL, la LILT  Latina,  l’Assonautica Acque Interne Lazio e Tevere, Latina Formazione e Lavoro, Porta Futuro Lazio.

L’obiettivo è quello di attivare sinergie in materia di comunicazione, marketing territoriale e di sviluppo locale per la valorizzazione integrata e sostenibile del territorio. “Questa intesa – tiene a sottolineare il Commissario della Camera di Commercio di Latina, Mauro Zappia – rappresenta, in linea con le nuove funzioni affidate alle Camere dalla recente riforma, un’iniziativa di marketing territoriale finalizzata al sostegno del settore del turismo e della cultura, attraverso la valorizzazione, in modo integrato e sostenibile, delle filiere  di qualità presenti sul territorio come quelle del vino dell’olio e dei sapori. Con la sottoscrizione del presente protocollo, pertanto, si condivide un progetto innovativo che vuole sostenere forme di aggregazione e di crescita delle esperienze più virtuose nel campo dell’innovazione agroalimentare, finalizzate al riconoscimento della provincia di Latina come “Distretto del cibo”, proseguendo così il proficuo confronto tra la Camera di Commercio di Latina e l’Assessorato all’Agricoltura e promozione della filiera e della cultura del cibo della Regione Lazio”.

L’Ente camerale, coordinatore del progetto, ha da tempo favorito progetti condivisi destinati a migliorare il tessuto socio-economico attraverso l’organizzazione congiunta di iniziative ed eventi legati alla storia, alla cultura ed alle tradizioni del territorio anche attraverso una “rete”. Rete che pur partendo da diversi e specifici campi di azione (culturale, musicale, artistico, ambientale, sociale, educativo e del welfare) riescono a unirsi nella promozione del territorio.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto