cronaca

Picchiata fino a perdere i sensi: denunciate tre giovanissime di Cisterna per bullismo

I fatti un anno e mezzo fa in un istituto professionale di Aprilia

CISTERNA – Tre giovanissime ragazze di Cisterna sono state denunciate dagli agenti della Polizia per percosse e minacce in concorso nei confronti di una coetanea che è stata bullizzata. I fatti circa un anno e mezzo fa ad Aprilia. Il provvedimento dopo lunghe e complesse indagini della Polizia coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Roma. Gravi i comportamenti tenuti nei confronti di una compagna di classe di un istituto professionale per parrucchieri, da parte delle tre ragazze, oggi maggiorenni ma all’epoca dei fatti minorenni, residenti tra Aprilia ed il litorale romano. La vittima per mesi è stata oggetto di continui insulti e comportamenti vessatori. Esasperata, la giovane studentessa ha trovato la forza di rivolgersi al preside che dopo averla ascoltata, ed appurato la verità di quanto esposto, ha sospeso una delle ragazze più accanite. Ciò però è servito solo a scatenare la reazione  delle tre, e una prima vendetta con insulti e minacce all’interno della scuola. L’alunna sospesa, con la complicità delle altre due, ha poi messo in atto un agguato alla fermata di un pullman spesso usato dalla vittima, aggredendola fisicamente  fino a farle perdere i sensi. La ricostruzione dell’intera vicenda, pur in un clima di omertà e minimizzazione familiare e tra i compagni di scuola, ha permesso alla procura di denunciare le tre giovani per   percosse e minacce in concorso.

Ad oggi tramite l’applicazione “You pol”  – spiegano dalla Polizia – giungono diverse segnalazioni di episodi di bullismo che di volta in volta vengono esaminate dagli agenti della Polizia di Stato che seguono in modo particolare il fenomeno del bullismo e le vicende dei  minori negli  istituti scolastici.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto