una triste storia

Piangeva in un bar a Cisterna: 80enne racconta alla Polizia anni di soprusi da parte del figlio

Il 47enne è stato allontanato dalla casa familiare e non potrà avvicinarsi al padre

CISTERNA – La Polizia lo ha trovato in un bar di Cisterna in lacrime, allora l’ottantenne ha raccontato gli anni di soprusi da  parte del figlio 47 che è stato allontanato dalla casa familiare ed è stato disposto il divieto di avvicinamento al padre. Il figlio continuava a chiedere denaro per tabacco alcool e droghe. Gli diceva “Ti scanno come una capra” e poi lo picchiava fino a costringerlo all’impotenza per poi perquisirlo alla ricerca di denaro anche sedendosi sopra di lui immobilizzandolo alla ricerca del portafoglio. Di recente di fronte al mancato ottenimento del denaro il 47enne ha iniziato a devastare la casa presentandosi poi con una tanica e un accendino minacciando un incendio che è stato parzialmente appiccato e nel quale anche il 47enne è rimasto ferito. Il figlio è stato definito “violento e fuori controllo” ed è indagato per maltrattamenti in famiglia, rapina ed estorsione aggravate.

4 Commenti

4 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto