Cultura

Nasce l’associazione “Riccardo Cerocchi”. La cerimonia durante il Festival Pontino

Concerto al castello di Sermoneta dal titolo Quando la natura diventa suono 

LATINA – Ha avuto il suo battesimo al Festival Pontino la neonata l’Associazione culturale “Riccardo Cerocchi” che il 4 luglio si è presentata  – nelle scuderie del Castello Caetani  – con un concerto dal titolo Quando la natura diventa suono alla città di Sermoneta nel cuore della  manifestazione che Riccardo Cerocchi ha curato con passione e intelligenza per oltre quarant’anni.

La sala gremita, soprattutto di giovani; presenti il Prefetto Maria Rosa Tria, il Prefetto Vicario Vittoria Ciaramella, il Sindaco di Sermoneta Giuseppina Giovannoli e la figlia dell’arch. Cerocchi, Elisa, oggi presidente del Campus.

Elisa Cerocchi ha molto incoraggiato la nascita di un’associazione giovanile con cui condividere il  patrimonio di esperienze  maturato in questi decenni dal Campus. È venuta però dai fondatori, giovani tra i 18 e i 30 anni,  la scelta di dedicare la nuova associazione a Riccardo Cerocchi volendo seguirne l’esempio così prodigioso in termini di risultati e stima internazionale. Meriti sottolineati anche dal Sindaco Giovannoli che ha ricordato l’importanza dell’attività di promozione culturale svolta da Riccardo Cerocchi per la città e il territorio, tanto che nel 2012 il Comune di Sermoneta gli conferì la cittadinanza onoraria.

Alessandro Solbiati, compositore tra i più assidui ed eseguiti al Pontino (dal 1980)  e suo caro amico, ha notato come le attuali scelte del Campus, in particolare quella di offrire spazi e opportunità ai giovani,  siano in linea con il pensiero di Riccardo Cerocchi, rilevando che al Pontino continuano ad avvenire cose che vanno esattamente nella direzione opposta a quella dei tempi: se altrove si chiude il Campus si apre: ai giovani, al mondo, alla sperimentazione.

L’Associazione Riccardo Cerocchi, presieduta dal giovanissimo musicista Riccardo Pugliese, si propone di sostenere ed organizzare attività culturali (musicali, letterarie e artistiche) con rilevanza sociale nel territorio pontino, destinate soprattutto ai giovani.

Per questo primo evento, presentato egregiamente dalla giovane vicepresidente Giulia Sperduti, è stato scelto il tema del rapporto tra natura e suono:  musiche, dunque, ispirate alla natura interpretate dai pianistiGiorgio Bolognesi, Silvia D’Augello,Filippo Tenisci, il soprano Elisabetta Braga con Gianluigi Daniele al pianoforte, Riccardo Pugliese alla fisarmonica.

La serata è stata  impreziosita dalla proiezione di immagini realizzata daMatteo Cassoni, giovane ma talentuoso fotografo di Sermoneta

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto