cronaca

Guardia Costiera in azione a Gaeta e Fondi

Elevate multe per 6 mila euro e salvato un uomo dall'annegamento

GAETA – Comportamenti illeciti per la sicurezza balneare a Gaeta, per questo la Capitaneria di Porto, in una operazione congiunta con la Polizia, ha elevato sanzioni per oltre 6 mila euro. Sono stati liberati 50 metri quadri di arenile utilizzato dai campeggiatori in località Arenauta e ai tre trasgressori sono state elevate multe per un totale di 600 euro. Sui litorali di Scauri e Sperlonga sono state invece elevate 5 sanzioni da 1.032 euro ciascuna per l’assenza dei bagnini nelle postazioni di salvataggio.

Le attività di polizia ambientale e portuale hanno visto impegnate le unità della Guardia Costiera (a terra ed in mare), con Polizia e Vigili del fuco, presso la banchina Cicconardi del porto commerciale di Gaeta, per la presenza di uno sversamento di idrocarburi nel sottosuolo. La situazione è stata subito arginata ma sono in corso le indagini per ricostruire la dinamica e i responsabili dell’evento rimasto circoscritto all’area portuale interna.

Varie sono state le richieste di intervento al numero blu di emergenza 1530: tra queste quella relativa alla presenza, in località Canneto del Comune di Fondi, di una persona traumatizzata a seguito di un tuffo dalla scogliera e in procinto di annegare. L’uomo è stato assistito dai militari e trasportato dagli operatori del 118 all’Ospedale di Terracina per le cure.

Sempre a Gaeta la Polizia ha chiuso un bar ristorante per reiterate violazioni alle norme che tutelano spettacoli e trattenimenti pubblici. Il Comune di Gaeta ha emesso una ordinanza di chiusura per tre giorni per un noto locale nella piana di Sant’Agostino, che aveva solo licenzia per alimenti e bevande ma ospitava serate come fosse una discoteca.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto