il programma

Al via a Latina TenDance, il Festival della danza nel ricordo di Theodor Rawyler

Domani si parte con la danza verticale al Madxi

LATINA – Inizia domani a Latina il Festival TenDance 2019, “Percorsi condivisi”, titolo pensato da Theodor Rawyler, uno dei direttori di questo festival, scomparso meno di un mese, proprio nella mattina in cui doveva venire a Latina per il sopralluogo. “Tutti noi, feriti dalla crudeltà di questo abbandono, siamo rimasti paralizzati – spiegano dall’associazione Rosa Shocking – Fino a che ci siamo rimessi al lavoro per realizzare TenDance così come lo avevamo immaginato: un insieme di azioni, incontri, performance, spettacoli legati dalla partecipazione e condivisione sia del pubblico che della città”. Il Festival si aprirà con la danza verticale, una novità introdotta proprio da Theodor in questa edizione 2019, alle ore 18 presso il Museo Madxi a Latina Scalo.

ASCOLTA L’ASSESSORE SILVIO DI FRANCIA

“Con TenDance 2019 proponiamo alla città e al suo territorio un’esperienza culturale inclusiva, un percorso di affiliazione emotiva per un’arte, quella della danza contemporanea, che riesce a dare una forma artistica a storie, al sentire quotidiano, a dei sogni e delle visioni presenti nella comunità. Oltre ad esibirsi in spettacoli abbiamo chiesto agli artisti di fare laboratori e stare in residenza artistica. Abbiamo creato momenti di incontro e situazioni di feedback con gruppi di persone interessate, coinvolgendo soprattutto giovani. L’idea centrale intorno a cui ruota l’idea di partecipazione dell’edizione 2019 di Tendance è il progetto “Bonifica”. La coreografa Giovanna Velardi ha creato uno spettacolo partendo da quella enorme opera che ha dato l’avvio alla fondazione di Latina, per allargare lo sguardo su ciò che possa significare oggi il concetto di bonifica. Creare un terreno fertile dove prima c’era solo deserto, palude; tramutare un territorio ostile e inospitale in un luogo aperto, inclusivo, dove far nascere idee, progetti, comunità. Di questo progetto saranno protagonisti i cittadini stessi di Latina, chiamati a realizzare una grande performance multigenerazionale. Oltre a questo momento di azione collettiva, organizziamo un incontro di approfondimento con artisti, studiosi e operatori: “Libertà è partecipazione” a cura di Danila Blasi e Roberta Nicolai, che servirà per riflettere insieme sul tema della partecipazione pubblica agli eventi artistici e della connessione tra arte e vita politica”.

Torna per la sua seconda edizione “Scrivere la danza” il progetto ideato da Danila Blasi e Graziano Graziani che mette a confronto tre critici e tre scrittori, sfidati a confrontarsi su tre spettacoli del festival. Anche quest’anno abbiamo voluto volgere lo sguardo verso i giovani artisti, che siano emergenti o che siano ai primi passi. Gli emergenti troveranno spazio al “Premio TenDance”, che offrirà a tutti i finalisti l’opportunità di confrontarsi, presentando un primo studio di una nuova creazione, con una giuria di esperti. Il vincitore verrà coprodotto per la realizzazione finale dello spettacolo, che debutterà nell’edizione 2020 di TenDance e che sarà ospitato anche dal Centro di Produzione Regionale di Cie Twain, grazie ad un gemellaggio con il Premio Twain_direzioniAltre. In virtù di questa sinergia Tendance ospiterà a sua volta il vincitore del Premio Twain.

Per i coreografi giovanissimi ci sarà invece “First Step”, progetto in collaborazione con il Conservatorio di Musica Ottorino Respighi di Latina e l’Incubatore CIMD per futuri coreografi di Milano. Cinque giovani compositori e quattro giovani coreografi si sono incontrati per creare quattro brevi lavori, che andranno in scena negli spazi del Museo d’Arte Contemporanea MADXI, in occasione della festa inaugurale di TenDance 2019, che sarà anche luogo della premiazione del vincitore del Premio Tendance. Per l’occasione sarà anche allestita una mostra di arte contemporanea dal titolo MADance curata da Fabio D’Achille, curatore del Museo MADXI. Rivolto infine ai giovani studenti del Liceo Artistico Statale di Latina è Docufestival, un progetto di alternanza scuola lavoro sulle metodologie di comunicazione non verbale relative ad un festival artistico. Numerosi gli artisti ospiti nei diversi luoghi e momenti del festival: ad OperaPrima Teatro avremo l’occasione di vedere tra i più interessanti protagonisti della scena contempomporanea italiana: Andrea Costanzo Martini, Mauro Astolfi, Massimiliano Balduzzi, Luna Cenere, Carlo Massari, Isabella Giustina (vincitrice del Premio Tendance 2018) e lo spettacolo “Solos” della compagnia ungherese Hodworks.  La compagnia di danza verticale “Il posto” di Wanda Moretti, prima compagnia in Italia specializzata in performance site specific su piani verticali, che crea spettacoli che uniscono danza, architettura e musica, fondendo le drammaturgie degli spettacoli ai luoghi nei quali vengono rappresentati, si esibirà in uno spettacolo pensato per il Museo d’Arte Contemporanea MADXI di Latina. E la città di Latina continuerà ad essere protagonista nei dieci spettacoli di danza urbana, appositamente pesati per dieci differenti luoghi da Fabio Ciccalè e Roberta Racis.

Continua, anche quest’anno, la collaborazione con Matutateatro a Sezze. A Sezze, a MAT spazio_teatro, amplieremo il progetto sulle residenze artistiche iniziato nella passata edizione del festival. Masako Matsushita e Davide Valrosso saranno ospiti per una settimana di residenza artistica e verranno seguiti da un gruppo di spettatori scelti tra gli allievi della scuola di teatro residente che daranno loro feedback.

PROGRAMMA

LATINA

dal 27 settembre al 5 ottobre – nei luoghi del festival

Docufestival un progetto dedicato agli studenti del Liceo Artistico di Latina

27 settembre ore 18,00 – Museo d’Arte Contemporanea MADXI

Full wall / Wanda Moretti – Il Posto – Marco Castelli Small Ensamble

28 settembre, 3, 4 e 5 ottobre – Operaprima foyer

Espressioni rassegna di videodanza tutte le sere prima e dopo gli spettacoli, in collaborazione con Perypezye Urbane

28 settembre ore 17,00 – Operaprima

Premio TenDance 2019 – finale

Meta-morphing / Mara Capirci e Michael Incarbone – Collettivo Croma

I’m here body I-material / Francesca Arcuri – Lo Spazio Altrove

Pulse / Andrea Zardi – ZA | DanceWorks

Oriri / Paolo Rosini – Bambula project

Revival / Fabritia D’Intino – Chiasma

28 settembre ore 22,00 – Museo d’arte contemporanea Madxi

First step – quattro coreografi dell’Incubatore CIMD per futuri coreografi incontrano cinque compositori del Conservatorio Statale di Musica Ottorino Respighi di Latina:

Variazione #2: Elogio alla Gentilezza

Coreografia: Lorenzo De Simone

Musica: Nicki Pipita

Danza Lorenzo De Simone

Eigengrau

Coreografia: Giorgia Fusari

Musica: Diego Santamaria e Augusto Grenga

Danza: Giorgia Fusari e Lorenzo De Simone

Dirty Sweat

Coreografia: Martina Rota

Musiche: Dario Peluso, Matteo Ferrante

Danza: Martina Rota

 Error#1

Coreografia: Martina Gambardella

Musiche: Augusto Grenga, Diego Santamaria, Matteo Ferrante.

Danza: Martina Gambardella

+

Art&Dance mostra di arte contemporanea a cura di MAD (Fabio D’Achille – Carmela Anastasia)

+

Proclamazione vincitore Premio TenDance 2019

+

Dj set a cura di Matteo Ferrante

29 settembre ore 10,00 – Palazzo della Cultura – Sala Multimediale

Feedback per i finalisti del Premio TenDance con la giuria

29 settembre ore 14,00 – Palazzo della Cultura – Sala Multimediale

incontro “Libertà è partecipazione – uno sguardo sul ruolo sociale dell’arte performativa contemporanea” – a cura di Danila Blasi e Roberta Nicolai, in collaborazione con Teatri di Vetro

3 ottobre ore 21,00 – Operaprima

Yes,of course it hurts / Mauro Astolfi – Spellbound Contemporary Ballet

3 ottobre ore 21,30 – Operaprima

Intro / Andrea Costanzo Martini – Balletto di Roma

Dal 4 al 5 ottobre MADXI

Residenza artistica di Giovanna Velardi per il progetto Drammaturgia della danza, in collaborazione con Teatri di Vetro

4 ottobre ore 10,00 – Mercato Annonario

Hyperballad / Roberta Racis – Gruppo Nanou

4 ottobre ore 11,00 – Servizio Demografico / Anagrafe Via Ezio

Canto Pop / Fabio Ciccalé – PinDoc

4 ottobre ore 12,00 – Museo Duilio Cambellotti

Hyperballad / Roberta Racis – Gruppo Nanou

4 ottobre ore 13,00 – Liceo Artistico Statale di Latina

Canto Pop / Fabio Ciccalé – PinDoc

4 ottobre ore 14,00 – Stazione autolinee

Hyperballad / Roberta Racis – Gruppo Nanou

4 ottobre ore 16,00 – Galleria civica d’arte moderna e contemporanea

Canto Pop / Fabio Ciccalé – PinDoc

4 ottobre ore 17,00 – Stazione Ferroviaria LT Scalo

Hyperballad / Roberta Racis – Gruppo Nanou

4 ottobre ore 18,00 – Centro Socio-Culturale per Anziani Vittorio Veneto

Canto Pop / Fabio Ciccalé – PinDoc

4 ottobre ore 19,00 – Corso della Repubblica – area pedonale

Hyperballad / Roberta Racis – Gruppo Nanou

4 ottobre ore 20,00 – Corso della Repubblica – area pedonale

Canto Pop / Fabio Ciccalé – PinDoc

4 ottobre ore 21,00 – Operaprima

Lunatico / Massimiliano Balduzzi

4 ottobre ore 21,30 – Operaprima

Mutamenti / Isabella Giustina – Company Blu (prima nazionale)

Vincitrice Premio TenDance 2018

5 ottobre ore 14,00 – Palazzo della Cultura – Sala Multimediale

incontro “Scrivere la danza” a cura di Danila Blasi e Graziano Graziani, coordina Attilio Scarpellini

5 ottobre ore 18,00 – Corso della Repubblica/Piazza del Popolo

Bonifica – un’azione coreografica urbana collettiva / Giovanna Velardi – PinDoc

5 ottobre ore 21,00 – Operaprima

Solos / Adrienn Hod – Hodworks

6 ottobre ore 21,00 – Operaprima

Kokoro / Luna Cenere – Körper

6 ottobre ore 21,30 – Operaprima

Beast without Beauty / Carlo Massari – C&C Company

Vincitore Premio Twain_direzioniAltre 2018

SEZZE

Dal 23 settembre al 29 settembre – Spazio MAT

Residenza artistica di Masako Matsushita

23 settembre ore 16,00 – Spazio_MAT

Laboratorio / Masako Matsushita – Gruppo Nanou

23 settembre ore 18,00 – Spazio_MAT

Desert rose / Masako Matsushita – Gruppo Nanou –

Spettacolo-presentazione della residenza artistica

29 settembre ore 18,00 – Spazio MAT

Desert rose / Masako Matsushita – Gruppo Nanou

Spettacolo-esito della residenza

Dal 30 settembre al 5 ottobre – Spazio MAT

Residenza artistica di Davide Valrosso – Anghiari Dance Hub

30 settembre ore 16,00 – Spazio MAT

Laboratorio / Davide Valrosso – Anghiari Dance Hub

30 settembre ore 18,00 – Spazio MAT

Who is Jo? / Davide Valrosso – Anghiari Dance Hub

Spettacolo-presentazione della residenza artistica

5 ottobre ore 18,00 – Spazio MAT

Who is Jo? / Davide Valrosso – Anghiari Dance Hub

Spettacolo-esito della residenza

Biglietti

Info e prenotazioni spettacoli

Benedetta Boggio 333.2062996 / benedetta.bo@gmail.com

Info e prenotazioni laboratori

Manuela Cirfera 389.8456338 / manuela.cirfera@gmail.com

OperaPrima singolo spettacolo 5 € intero 3,5 € ridotto // serata intera 10 € intero 7 € ridotto

Madxi unico 5€

Mat Spazio teatro unico 2€

Hyperballad e Canto Pop unico 2 €

Full Wall ingresso libero

Bonifica ingresso libero

Tutti i laboratori e gli incontri sono a partecipazione gratuita

Riduzioni per under 26 e over 65

I LUOGHI DEL FESTIVAL

LATINA/I TEATRI

Teatro Gabriele d’Annunzio Viale Umberto I, 43

OperaPrima Teatro Via dei Cappuccini, 76

LATINA/I MUSEI

Galleria Civica di Arte Moderna e Contemporanea / Via Oreste Leonardi 30

MAD museo d’arte diffusa LATINA SCALO Via Carrara, 12A c/o Consorzio ASI Roma-Latina Scalo

Museo Duilio Cambellotti P.zza San Marco, 1

LATINA/I LUOGHI DELLA CITTA’

Corso della Repubblica / Piazza del Popolo Zona pedonale

Centro socio culturale per anziani Vittorio Veneto Viale vittorio Veneto, 22

Liceo artistico statale di Latina Via Caio Giulio Cesare, 20

Mercato Annonario Via don Minzoni 16

Palazzo della Cultura – Sala Conferenze Via Umberto I, 39/42

Piazza San Marco / Facciata Museo Duilio Cambellotti

Servizio demografico / Anagrafe Via Ezio, 36

Stazione Autolinee / Via Cervone (Piazzale delle Autolinee)

Stazione ferroviaria Viale della stazione Latina Scalo

SEZZE

MAT spazio_teatro Via San Carlo 160

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto