dopo l'incontro con i sindaci

I Punti di primo intervento non chiuderanno e saranno potenziati

Lo ha detto l'assessore alla sanità della Regione, Alessio D'amato

LATINA – I Punti di Primo intervento non chiuderanno, ma si lavorerà a un potenziamento dei servizi territoriali h24 e della rete dell’Ares 118. È quello che è emerso nell’incontro tra l’assessore alla sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato e i sindaci di Latina, Cisterna di Latina, Cori, Gaeta, Minturno, Priverno, Sabaudia e Sezze, insieme ai consiglieri regionali Enrico Forte, Salvatore La Penna e Loreto Marcelli, il Direttore generale di Ares 118 Maria Paola Corradi, il Direttore generale della Asl di Latina, Giorgio Casati nella riunione che si è svolta nella giornata di ieri.

“È stato demandato al Direttore generale della Asl di Latina – spiega l’assessore D’Amato – di redigere l’atto amministrativo del Piano di potenziamento territoriale che verrà illustrato nella prossima Conferenza dei sindaci che sarà convocata dal sindaco di Latina. All’Ares 118 il compito di produrre l’atto per il potenziamento della dotazione dei mezzi di soccorso nelle aree interessate. Inoltre l’Ares 118 effettuerà appositi sopralluoghi per il servizio h24 dell’elisoccorso”.

1 Commento

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto