cronaca

Terracina, per avere soldi minaccia i genitori con un martello: il gip allontana il 40enne

Polizia più volte allertata dai vicini preoccupati per le urla

TERRACINA – “Vi spacco la testa, vi ammazzo, vi sotterro a tutti e due” e ancora “vi do fuoco, vi brucio vivi” e poi urla minacce con un martello, raptus violenti. E’ stato l’incubo vissuto per diversi anni da due genitori di Terracina che esasperati hanno allertato la Polizia, supportati anche dai vicini di casa che allarmati dalle grida dell’uomo, avevano iniziato loro stessi a chiamare le forze dell’ordine. I maltrattamenti del 40enne verso i genitori erano continui, tutti per avere soldi e acquistare alcool e droga. Il Gip Pierpaolo Bortone su richiesta del pm Marco Giancristofaro ha deciso di allontanarlo da casa con un provvedimento considerando che per i genitori l’uomo era diventato un incubo: se non gli davano soldi lui diventava violento. All’inizio, ogni volta che la Polizia è intervenuta sul posto allertata da chi aveva sentito le urla, hanno provato a ridimensionare la cosa, cercando di difendere il figlio. Poi l’ultima volta l’uomo aveva brandito un martello minacciando i genitori e creando il panico tra i presenti. E’ stato dunque denunciato. Per scongiurare ulteriore pericolo, il gip del tribunale di Latina ha disposto per il 40enne l’allontanamento dalla casa famigliare, con divieto di avvicinamento a meno di 200 metri e divieto di comunicazioni con qualsiasi mezzo alle parti offese.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto