fino al 3 dicembre

Latina, un flusso continuo di cittadini rende omaggio alla Quarto Savona 15

In piazza del Popolo esposti i resti dell'auto della scorta del giudice Falcone

LATINA – Un flusso continuo di persone, tante famiglie, ragazzi che non erano ancora nati quando la mafia ordì la strage di Capaci, e adulti che invece la ricordano benissimo con il senso di sgomento che la accompagnò. Visitatori anche di notte e fino all’alba stanno rendendo omaggio in questi giorni ai resti dell’auto della scorta del giudice Giovanni Falcone. La Quarto Savona 15 –  questo  il nome assegnato all’equipaggio formato dai poliziotti Antonio Montinaro, Vito Schifani e Rocco Dicillo  che morirono uccisi dal tritolo il 23 maggio del 1992 – e che gira l’Italia per portare La memoria in marcia e ricordare che la mafia non ha fermato lo Stato e che nessuno ha dimenticato.

L’esposizione, sotto i portici dell’Intendenza di Finanza in piazza del Popolo, proseguirà fino al 3 dicembre. Poi, la teca che custodisce questa “reliquia civile” riprenderà il suo viaggio accompagnata dalla moglie del caposcorta Antonio Montinaro alla quale la Polizia di Stato ha voluto affidare questo importante compito. Tina Montinaro a Latina ha incontrato tanti ragazzi delle scuole per trasferire anche ai giovani la memoria di quel sacrificio, contro la mafia e per la difesa della democrazia.

2 Commenti

2 Commenti

  1. Antonio Sorabella

    Antonio Sorabella

    2 Dicembre 2019 alle 9:19

    Quarto Savona Quindici

    La strada scorre,
    un vociare sommesso,
    uno sguardo lontano.
    Un boato,
    ed il nulla si contorce
    strappando brandelli di vita
    imprigionandoli per sempre
    in dure lamiere.

  2. Germano Buonamano

    Germano Buonamano

    2 Dicembre 2019 alle 10:11

    È veramente qualcosa di commevente ma ancora più commevente è la moglie di Montinaro straordinaria nel Cuore che parla a nome di tutte le vittima della mafia

    A me e sembrato di vedere su quel Palco il Signor Antonino Caponnetto che Crea un pool straordinario e mostra al mondo come si combatte definitivamente il ceppo e cioè Cosa Nostra.

    Anche se c’è chi tradisce ogni qualsiasi aspettativa alla fine ceppo fu estirpato

Lascia un commento

Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto