l'incidente 35 anni fa

Cade in motorino a 15 anni e i medici del Goretti la salvano, ma le viene trasfuso sangue infetto

Il Tribunale di Latina ha condannato il Ministero al pagamento dell'indennizzo

LATINA – Era caduta con il motorino 35 anni ed era stata operata e salvata dai medici del Goretti di Latina, che le hanno anche trasfuso del sangue per salvarle la vita. Solo che quel sangue era infetto. Ora, dopo dopo 35 anni, il Tribunale di Latina ha condannato il Ministero della Salute a pagare alla donna di Latina, ora 50enne, l’indennizzo previsto dalla legge n. 210/1992 in favore dei soggetti danneggiati da trasfusioni di sangue.

La donna scoprì all’età di 27 anni di essere stata infettata dal virus HCV responsabile dell’epatite C e cadde in una profonda depressione. Anche la burocrazia va contro la sfortunata donna che nel 1998 chiede inutilmente al Ministero della Salute, per il tramite dell’Asl di Latina, l’indennizzo mensile previsto dalla legge. Per la Commissione Medica Ospedaliera incaricata di valutare la domanda della donna pontina non ci sarebbe stato il nesso causale fra le trasfusioni del Goretti di Latina del 1985 e il contagio del virus dell’epatite C. Oggi la Sentenza n. 239/2020 del Tribunale di Latina ha accolto il ricorso dell’avvocato Renato Mattarelli a cui nel 2015 la donna si era rivolta.

Per il Giudice Simona Marotta del Tribunale di Latina sono state le trasfusioni dell’ospedale di Latina a contagiare la donna poiché (accogliendo l’istanza dell’avvocato Mattarelli di deposito di una relazione medica in un altro processo parallelo) scrive nella sentenza : <<…Dalla relazione peritale redatta dal CTU dott. Alberto De Lorenzis in data 19.09.2019 – resa nel procedimento civile rg 64796/2015 pendente tra le medesime parti (avente ad oggetto responsabilità civile contrattuale/riconoscimento del danno biologico) acquisita al presente giudizio – risulta accertato con “ elevata probabilità scientifica l’esistenza del nesso causale tra le procedure di emotrasfusione nel corso del ricovero presso il nosocomio di Latina e l’infezione da Hcv diagnosticata a distanza di 26 anni da tali procedure anche in virtù delle caratteristiche intrinseche del virus da HCV ”. Risulta pertanto accertato che l’epatopatia da HCV, per la sua condizione di cronicità, ha comportato alla ricorrente danni irreversibili a livello epatico e che dalla stessa è derivata una menomazione permanente dell’integrità psico-fisica della periziata…>>

L’avvocato Mattarelli (che assiste la donna anche in un ulteriore processo a Roma per il risarcimento integrale dei danni: quello riconosciuto dal Tribunale di Latina indennizzo è infatti solo un indennizzo per il danno al fegato) è in attesa dell’altra sentenza del Tribunale capitolino a cui è stato richiesto la condanna del Ministero della Salute per non aver vigilato sull’attività trasfusionale dell’ospedale Santa Maria Goretti di Latina.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quotidiano Online di Latina

Proprietà del sito Cod. Fisc. SLVLSN72H15E472O

Testata Giornalistica Registrata presso il Tribunale di Latina n. 06/2016 dalla Consultia Group S.r.l.

Concesso in Uso per i Contenuti alla Radio Immagine Uno S.r.l. p.iva 02064050590

Testata Registrata presso il Tribunale di Latina al n. 490 del 28.02.2003

Concesso in Uso per la Commercializzazione a Mondo Radio S.r.l. p.iva 02690280595

Email Redazione
Febbraio: 2020
L M M G V S D
« Gen    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
242526272829  

Tutti i diritti sono riservati - Lunanotizie.it - SLVLSN72H15E472O

In Alto