cronaca

Coronavirus, D’amato scrive a Casati: “Nessun infermiere rimanga a casa”

L'assessore regionale chiede al dg della Asl di Latina l'impegno di mantenere in servizio gli operatori

Shares

LATINA – “Ho chiesto al Direttore generale della Asl di Latina, Giorgio Casati di poter destinare gli infermieri con contratto in scadenza al programma di potenziamento delle cure primarie per l’istituzione presso ogni Distretto dell’assistenza proattiva infermieristica (API). Pertanto rispetto al fabbisogno della Asl queste figure professionali possono senz’altro trovare una giusta ed utile collocazione professionale nell’assistenza distrettuale che sarà un elemento fondamentale nel programma di contrasto al COVID-19 sul territorio. Ho ricevuto da parte del dottor Casati un assenso a questa richiesta che consentirà così di mantenere in servizio gli operatori che sono una risorsa importante per il Sistema”. Lo ha detto l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto