sport

Circeo National Park Trail, l’Opes riparte così dopo il Covid

Oltre 200 i partecipanti

Shares

CIRCEO – Torna il running pontino con l’edizione 2020 del Circeo National Park Trail realizzata con il contributo della Regione Lazio.

Dopo lunghi mesi di assenza riparte finalmente il mondo delle gare podistiche nella  provincia di Latina, grazie alla competizione realizzata con caparbietà della società sabaudiana di Opes che da anni si fa promotrice di manifestazioni dedicate al running.

Un evento fino all’ultimo messo in forse dalle restrizioni Covid, ma che grazie ad una solida organizzazione è stato di fatto realizzato nel rispetto di tutte le normative vigenti.

Spirito di iniziativa e tanto coraggio hanno contraddistinto infatti l’Atletica Sabaudia ed il suo presidente Antonio Cipullo, che ci hanno creduto fino in fondo.

Ben duecento partecipanti hanno preso parte alla dodicesima edizione del trail, ottenendo grandi risultati su ogni fronte. 9,5 km chiusi al pubblico per un easy trailrunning campestre pianeggiante che ha permesso di ammirare le bellezze del Parco Nazionale del Circeo e riaprire una finestra sul mondo del running.

A tagliare il traguardo per il podio maschile, Nordwing Rafal Andrzej della LBM Sport Team con il tempo di 00.38.46. Seconda piazza per Coppa Francesco dell’Atletica Città dei Papi Anagni e terzo Minori Mattia della Go Running.

Per il podio femminile prima Addonisio Catia dell’Intesatletica con 00.44.12, seconda Gabrielli Pamela della Go Running e terza Moffa Valeria della Lazio Runners Team.

“Grazie ai partecipanti che hanno collaborato in modo esemplare alla buona riuscita dell’evento attenendosi con disciplina tutte le istruzioni date in questi giorni – commenta il presidente Cipullo – Ce l’abbiamo messa tutta per far ripartire l’attività anche se in sordina perché non potevamo aspettarci i numeri degli scorsi anni. C’è ancora molto timore infatti – precisa –  ma ci siamo impegnati affinché i partecipanti potessero correre in una cornice di sicurezza tale da infondere tranquillità. Abbiamo dato un segnale di ripartenza sperando che i prossimi organizzatori possano prendere spunto dal lavoro fatto – e prosegue –  Da presidente ringrazio tutto lo staff del Circeo Trail 2020 che mi ha supportato in tutta l’organizzazione. Loro mettono in pratica le mie idee ed i miei sogni”.

Una gara che si è attenuta a tutti i protocolli di sicurezza governativi, regionali, comunali e della federazione. E che ha raccolto tanti consensi dalla gestione pre gara, fino al post gara.

A presenziare alle premiazioni, il Sindaco del Comune di Sabaudia dott.ssa Giada Gervasi, l’assessore allo sport Alessio Sartori, il delegato alle associazioni Enrico Veglianti ed il presidente provinciale Opes Latina Daniele Valerio.

I complimenti agli organizzatori arrivano proprio dal primo cittadino, per il rigoroso rispetto delle  norme relative al Covid-19. Un esempio da seguire per una rapida ripartenza, seguendo le disposizioni impartite  dalle autorità competenti.

È stato senza dubbio tracciato un solco per il futuro, nella speranza di essere presto svincolati da tutte queste criticità come augura il presidente di Opes Latina Daniele Valerio: “Un immenso piacere aver preso parte ad una gara simbolo di forza e speranza per un futuro che ci auguriamo sia di ripresa per tutti. Complimenti a tutta l’Atletica Sabaudia ed al presidente Antonio Cipullo”.

Si riaccendono così speranze per un ritorno alla normalità in vista della nuova stagione sportiva, con l’intento di ritrovare lo spirito che alimenta il mondo della corsa.

“Siamo ripartiti così, uno dietro l’altro, con una mascherina a celare le nostre paure, ma anche con la speranza che tutto possa rimettersi a posto – aggiunge Antonio Cipullo – Grazie alla vicinanza dell’amministrazione del Comune di Sabaudia, alla Regione Lazio, al Parco Nazionale del Circeo, al Reparto Carabinieri Biodiversità di Fogliano, ad Opes, Fidal e Proloco Sabaudia e a tutta la serie di attività commerciali che ci hanno supportato tantissimo. Grazie a chi ha creduto in noi, a chi ha partecipato o solo assistito per vedere e prendere spunto. Perché come ha detto qualcuno riempendo il nostro cuore di orgoglio, le cose prima si fanno e poi si raccontano. E noi nonostante il Covid, anche quest’anno abbiamo detto la nostra con l’umiltà con la quale la nostra associazione si approccia a ogni tipo di attività che conduce e la professionalità che viene messa in campo senza fare nessun tipo di proclamo. Adesso incrociamo le dita – concludono i Blues –  affinché nel 2021 si possa ritornare a quella festa di sport, solidarietà e aggregazione che ha reso magico il Circeo Trail, il trail per tutti. Lo sport, quello vero animato dalla passione, non conosce ostacoli”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto