cronaca

Operazione San Gennaro della Squadra Mobile di Latina, arrestati in due

Sono specializzati in rapine in trasferta dalla Campania

Rapina aggravata lesioni e furto, di questo sono accusati il 24enne e il 38enne arrestati dalla Squadra Mobile nell’ambito dell’operazione “San Gennaro”. Secondo gli inquirenti i due sono i componenti di una banda di incensurati campani specializzati in rapine in trasferta, della quale fa parte un 20enne tuttora ricercato e altre quattro persone indagate per gli stessi reati. I tre sono stati ritenuti responsabili del raid ad una gioielleria di Pontinia avvenuto lo scorso 28 maggio: prima di portare via gioielli del valore di 30mila euro accoltellarono il proprietario e picchiarono la moglie. Gli altri indagati sarebbero i basisti che offrirono la disponibilità di un appartamento a Latina. A tal proposito oggi sono scattate delle perquisizioni tra il capoluogo pontino, Fondi e Napoli che hanno portato al rinvenimento degli indumenti indossati il giorno della rapina e di tre pistole prive di tappo rosso. Sembra inoltre che la banda stesse preparando altre incursioni in provincia di La-tina.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto