cultura

Pontinia, il Covid non permette al Fellini di riaprire e Pernarella scrive agli abbonati

"Senza pubblico il teatro non ha cuore, noi cercheremo di mantenerne viva l’anima"

PONTINIA – Ancora uno stop alla ripartenza per il teatro Fellini di Pontinia. Il direttore artistico, Clemente Pernarella, scrive a tutti gli abbonati e non solo, sperando in una ripresa in sicurezza, nel più breve tempo possibile. Ecco il testo integrale della lettera

Carissime, carissimi,
condividiamo con tutti i teatri italiani le difficoltà di questo momento.

Avremmo dovuto riprendere le attività recuperando gli spettacoli persi in primavera e programmando un cartellone per i piccoli e le famiglie. Questo fino a natale. Da gennaio avevamo previsto di proporre la nuova stagione.

La nostra speranza era quella di poter far fronte alle difficoltà nella prima parte della stagione, contando per la seconda parte in una mutata situazione generale. Lo speriamo ancora ma sembra che la gravità, indiscutibile, del contesto esterno debba necessariamente prevedere un stop ulteriore alle attività di spettacolo dal vivo.

Il Fellini sarebbe ripartito a breve. La pianta del teatro rivista e la sala equipaggiata alla luce della normativa e delle prescrizioni, tutto affinché fosse un luogo sicuro come lo sono stati tutti i Teatri aperti fino a ieri. Dovremo aspettare ancora ma siamo abituati a resistere e pronti a ripartire. Attenderemo, ora dopo ora, notizie positive, rimoduleremo il progetto per la riapertura, prepareremo le attività previste e ne progetteremo di nuove.

Continueremo insomma a lavorare. Senza pubblico il teatro non ha cuore, noi cercheremo di mantenerne viva l’anima. Spero e sono certo di trovare la vostra comprensione, mi permetto di chiedervi ancora pazienza e spero che questa distanza possa solo alimentare la voglia di tornare presto insieme.

Il direttore artistico
Clemente Pernarella

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto