attualità

In attesa del nuovo Dpcm, i locali di Latina aprono a pranzo e chiedono l’isola pedonale alle 12

L'intervista al gestore Andrea Fanti su Radio Immagine

LATINA – Sarà firmato probabilmente tra stasera e domani il nuovo Dpcm del governo Conte per arginare i contagi di Coronavirus in Italia. Secondo le prime informazioni il decreto prevede il coprifuoco la sera in tutta Italia anche se ancora non è stato specificato l’orario, e tre Regioni – Lombardia, Piemonte e Calabria – che rischiano di dover adottare le misure più restrittive, compreso il lockdown generale.

Sono diversi i punti ancora in sospeso, proprio a partire dall’orario in cui scatterà il tutti a casa. Ci sarà una cornice nazionale, con interventi validi in tutta Italia, e misure per i singoli territori, con il Paese diviso in 3 fasce che corrispondono ad altrettanti scenari di rischio individuati con criteri “scientifici e oggettivi” approvati dall’Istituto superiore di Sanità: più è alta la diffusione del virus, più è in sofferenza il sistema sanitario, maggiori saranno le restrizioni.

Per la scuola si sta valutando in queste ore se attuare la didattica a distanza anche per le seconde e terze medie, dovrebbero rimanere in presenza invece primaria e prima media.

La categoria che più sta risentendo di questa crisi è sicuramente quella degli esercenti, tanti si stanno organizzando attuando scontistiche o aprendo anche a pranzo. Succede anche nella zona pub e nel week end la risposta è stata buona. Oggi pomeriggio i commercianti incontreranno il Comune di Latina per discutere sulla possibilità di rendere pedonale via Neghelli il sabato e la domenica dalle 12 alle 18, una proposta che trova il favore di tutti, come ci ha spiegato anche questa mattina su Radio Immagine, Andrea Fanti, gestore di uno dei locali nella zona pub di Latina, che ci ha illustrato anche qual è la situazione attuale.

ASCOLTA

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto