cronaca

Indaga la Procura sul maxi incendio a Latina. In fumo 35 ettari di vegetazione

Questa mattina chiuso un tratto di via Isonzo per tagliare gli alberi danneggiati

LATINA – Gli alberi, in particolare gli eucalipti, interessati ieri dall’incendio che ha bruciato 35 ettari di vegetazione nella zona Isonzo a Latina, devono essere tagliati. Ecco perché da questa mattina un tratto di via Isonzo, dall’uscita di via della Rosa, fino alla rotonda di viale Regione Veneto, è chiuso al traffico. Il sopralluogo è stato effettuato questa mattina dall’agronomo che ha ritenuto gli alberi pericolosi e dunque con l’ausilio della Polizia Locale che sta defluendo il traffico, si sta procedendo al taglio. La strada rimarrà chiusa fino alla fine dei lavori.

Polizia e Carabinieri forestali, su coordinamento della Procura, stanno indagando sul maxi incendio che ieri ha interessato la zona Isonzo di Latina. Le fiamme sono partite ieri mattina da via Regione Veneto e favorite dal forte vento, hanno interessato un totale di circa 35 ettari di vegetazione. L’incendio  ha minacciato numerose abitazioni nelle zone percorse dalle fiamme fino ad arrivare su via del Piccarello. Imponente il dispositivo antincendio messo a disposizione dal Comando Provinciale che ha inviato sul posto ben 6 squadre da tutta la provincia. Dopo poco sul posto vi erano, le squadre di Latina, Aprilia, Sabaudia Aib, Terracina, Fondi Aib e Gaeta. In supporto alle squadre anche diverse associazioni di Protezione Civile che hanno collaborato attivamente per arginare le fiamme. Per le operazioni di spegnimento si è reso necessario l’intervento di due velivoli antincendio; il Drago VF 140, proveniente dal Reparto Volo VF di Ciampino ed un RL della Regione Lazio. Le fiamme hanno lambito diverse abitazioni causando danni ad alcune pertinenze private. Qualcuno è rimasto anche intossicato dal forte fumo che si è sprigionato per l’intero pomeriggio.

“La nostra città è stata colpita da un vasto incendio che ha interessato la zona di via Isonzo fino ad arrivare all’area confinante con il Mol. Prima di tutto voglio ringraziare i Vigili del fuoco, le squadre di Protezione Civile, la Polizia Locale e tutte le forze dell’ordine intervenute per riportare la situazione alla normalità. Ci sono volute ore ma adesso il rogo appare circoscritto e domato. Ringrazio anche il Prefetto Falco con il quale sono stato in costante contatto telefonico per monitorare la situazione e che ha coordinato un Comitato di sicurezza di emergenza. Restiamo in attesa dei riscontri degli investigatori sulla natura dell’incendio che non si esclude possa essere di matrice dolosa. Se così fosse, ci troveremmo di fronte a una vera e propria azione criminale che ha messo in pericolo l’incolumità di tante concittadine e concittadini e che va condannata senza se e senza ma”. Sono le parole usate dal sindaco di Latina, Damiano Coletta dopo l’incendio che ieri ha devastato un intero quartiere di Latina . Molti uffici, compreso il centro smistamento delle poste di via Rossetti, sono stati evacuati, ma anche il liceo Majorana che questa mattina resterà in dad perchè si attende il sopralluogo dei Vigili del fuoco prima di rientrare in classe.

Indagano la Polizia e i Carabinieri forestali che hanno già ricevuto alcune testimonianze di persone che hanno visto appiccare l’incendio nella zona di via Regione Veneto.

ASCOLTA IL SINDACO DAMIANO COLETTA AL MICROFONO DI ROBERTA SOTTORIVA

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto