di e con Licia Pastore

All’Archivio di Stato di Latina c’è la piccola Ellis Island pontina

In 80mila schede paga, la storia degli operai e del lavoro ai tempi della Bonifica

LATINA – Più di 80mila schede-paga degli operai che hanno lavorato alle dipendenze del Consorzio di Bonifica di Piscinara poi Littoria sono una gigantesca banca dati che racconta anche tanto della storia dell’Agro Pontino. “La grandissima parte di queste schede si riferisce agli Anni 30 periodo in cui  i lavori di bonifica sono stati svolti in modo intensivo, con un picco tra il ’32 e ’33  e quando lavoravano per il Consorzio di Bonifica circa 22mila operai”, racconta Agostino Attanasio, direttore dell’Archivio di Stato di Latina dal 2001 al 2006 e poi direttore dell’Archivio Centrale dello Stato di Roma, che ha curato lo studio.

Non un libro questa volta, ma chi vorrà accedere al sito dell’Archivio di Stato http://www.obp.archiviodistatolatina.beniculturali.it/OBP/local/, potrà trovare tanto materiale e, accanto al formato-immagine delle schede, la trascrizione dei dati che ricostruiscono l’intera geografia dei Comuni di provenienza dei bonificatori (Da Abbadoni a Zanti), le identità di quegli operai, l’età, i luoghi e le condizioni del loro lavoro, con gli infortuni più frequenti. Una curiosità riguarda anche i nomi di battesimo, che aiutano a comporre il quadro di un’epoca: ci sono Abside e Pacitto, Eden e Edeno, Uride e Macedonio solo per citarne alcuni, donne e uomini.

LA PICCOLA ELLIS ISLAND PONTINA – “Il modello ispiratore è stato il sito di Ellis Island a New York, il gigantesco archivio degli immigrati che andarono negli Stati Uniti tra la fine dall’Ottocento e il 1924. E questo lavoro è stato chiamato la piccola Ellis Island pontina”, racconta Attanasio.

IL PODCAST

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto