attualità

L’Ater di Latina guarda al futuro: tanti progetti, ma tempi stretti con i fondi del Pnrr

Parlano il presidente Fioravante e l'assessore regionale Valeriani

LATINA – E’ stato presentato oggi il piano di interventi per il 2022 dell’Ater di Latina con importanti investimenti che arriveranno soprattutto dal Pnrr. In questo contesto l’Ater di Latina ha un ruolo fondamentale per il rilancio economico della provincia.

Tra gli interventi: a Cori verranno costruiti 15 alloggi per oltre 1 milione 500 mila euro, a Latina la realizzazione di un edificio a Porta Nord con 24 alloggi per un importo di oltre 2 milioni e mezzo di euro e a Pontinia la costruzione di 24 alloggi per un importo di 2 milioni 600 mila euro. A questi si aggiungono gli interventi di demolizione, a Terracina, di due fabbricati per la successiva costruzione di 35 alloggi.

“Grazie ai fondi, inoltre – ha spiegato Marco Fiorvavante, presidente Ater Latina – sarà possibile una cosa che finora ci è sempre stata difficile: il recupero di alloggi che erano occupati e che hanno bisogno di essere restaurati. Parliamo di 15 alloggi ad Aprilia, 14 a Cisterna, 10 a Formia, 40 a Latina e 6 a Terracina” per un importo di oltre 2 milioni di euro”.

Senza dimenticare i progetti in attuazione con il Comune di Latina, a Gonfie Vele e Rioni Nicolosi e Frezzotti. Proprio per il Nicolosi saranno messi a disposizione una certa quantità di alloggi, tra i 10 e i 15, per gli studenti: “L’idea è quella di creare un quartiere di contaminazione tra chi vive nel quartiere e gli universitari, in questo modo sarà anche possibile il recupero della qualità della vita”.

Tanti dunque i progetti su cui si deve lavorare fin da subito perchè i tempi sono strettissimi, come ha spiegato il presidente Fioravante

“Voglio sottolineare lo sforzo dell’Ater di Latina che si è fatta trovare pronta con i progetti già sul tavolo per poter iniziare immediatamente a lavorare – ha sottolienato l’assessore Massimiliano Valeriani (politiche abitative, urbanistica, ciclo dei rifiuti e impianti di trattamento, smaltimento e recupero) – Significa che questo Ente è al passo con le sfide che ci siamo dati. Le risorse che abbiamo a disposizione sono molte, ma hanno bisogno delle persone per poter essere messe in atto”.

ASCOLTA

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto