il video

L’assessore Alessio D’Amato: “Superate le 3 milioni di dosi booster nel Lazio”

Dichiarazioni anche sulla morte della giovane mamma di Aprilia

LAZIO – L’assessore alla sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato fa un bilancio dell’andamento della curva Covid nella regione e parla dell’importanza della campagna vaccinale, anche alla luce della morte dei due pazienti di 28 anni entrambi pontini, la prima una donna in gravidanza che è morta dopo aver partorito suo figlio prematuramente e del giovane 28enne con problemi neurologici. Non erano vaccinati.

E proprio quello delle vaccinazioni è il primo tema affrontato da D’amato: nel Lazio è stato superato il tetto di 3 milioni di dosi booster, “Oltre il 60% della popolazione adulta ha ricevuto il richiamo e questo consente di avere una maggiore copertura ed evitare elementi di criticità” ha spiegato l’assessore ricordando l’open day per gli over 12 che si svolgono oggi.

In merito all’andamento della pandemia, l’assessore ha spiegato che è “stazionario nel numero dei casi ma per la prima volta il valore Rt è sotto l’1, e allo 0.64 ed è il più basso a livello nazionale. Se venisse stabilizzato significherebbe una fase discendente dei casi, e questo è importante soprattutto per far diminuire la pressione sulla rete ospedaliera che è ancora abbastanza elevata”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto