cronaca

Agguato al Nicolosi, i Carabinieri sulle tracce del colpevole. Sospetto portato in caserma

Antonio Cavallo Di Silvio è ricoverato a Roma con gravi ustioni

LATINA – Un uomo è stato portato in caserma un uomo sospettato di essere l’autore della bottiglia incendiaria lanciata ieri contro Antonio cavallo Di Silvio nella sua casa in via Grassi nel quartiere Nicolosi a Latina. I carabinieri del nucleo investigativo hanno stretto subito il cerchio e concentrato le indagini su una pista precisa, quella di un possibile regolamento di conti nell’ambito dell’attività di spaccio. Secondo la ricostruzione, lo stesso Antonio Di Silvio ha aperto la porta di casa al suo attentatore e si è ritrovato addosso una bottiglia incendiaria riportando gravi ustioni. E’ stato soccorso da un’ambulanza del 118, trasportato inizialmente al Goretti e poi trasferito al Sant’Eugenio di Roma. Per domare il fuoco e scongiurare danni più gravi è stato necessario anche l’intervento di una squadra di vigili del fuoco. Gli investigatori dei carabinieri sono al lavoro per rintracciare il responsabile dell’agguato.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto