operazione dei carabinieri

Tentato omicidio al mare, la svolta: arrestato un buttafuori

L'uomo che lavorava in una discoteca aveva picchiato un 44enne finito in coma

cc

LATINA – Un giovane di 26 anni, Bruno Flamini, addetto alla sicurezza in un locale alla Marina di Latina,  è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di tentato omicidio. Gli uomini dell’Arma hanno fatto luce sulla violenta aggressione avvenuta un anno fa sul Lungomare quando Franco Mengoni, un uomo di 44 anni di Borgo Sabotino era stato trovato a terra e in condizioni gravissime con profonde ferite sul volto ed era stato portato in ospedale al Goretti dove è stato anche in coma.  Gli investigatori nel corso delle indagini  hanno visionato anche le immagini di una telecamera della zona che poteva aver ripreso alcune fasi del pestaggio e hanno scoperto che l’apparato era stato manomesso per non consentire di individuare l’autore dell’aggressione. La vittima dell’aggressione la  sera dei fatti  era andata a cercare la figlia in discoteca, il buttafuori di Anzio lo aveva colpito al volto con due pugni violenti e dopo il pestaggio in stato di incoscienza lo aveva trascinato sulla duna e abbandonato.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto