l'inchiesta

Aprilia, Francesca Testana uccisa da una fibrillazione cardiaca fulminante

Salma restituita alla famiglia, i funerali lunedì pomeriggio ad Aprilia

APRILIA – Sarebbe stato un arresto cardiaco generato da una fibrillazione ventricolare fulminante, la causa del decesso improvviso di  Francesca Testana, la ragazza di 26 anni crollata sotto gli occhi della sorella e della amiche mentre ballava due giorni fa in un discopub di Latina. Lo dicono i primi risultati (non ufficiali) dell’autopsia eseguita nella giornata di venerdì  sul corpo della giovane mamma di Aprilia. Si tratta di un evento che si verifica appunto “a causa di un’aritmia quando il cuore batte a un ritmo così elevato da cominciare a vibrare, cessando di pompare il sangue al corpo e al cervello” ,  “una morte naturale, preceduta da improvvisa perdita della conoscenza”, proprio come è avvenuto nel caso in questione.

Cause naturali dunque, come si era ipotizzato sin dal primo momento, per il dramma che ha sconvolto tutti coloro che hanno assistito alla scena e l’intera comunità. Dall’esame sul corpo di Francesca è arrivata anche la conferma che non c’erano tracce di alcol o droghe, così come del resto riferito dalla sorella e dalle amiche ai sanitari e ai carabinieri immediatamente dopo i fatti.

Per il referto ufficiale del medico legale incaricato di eseguire l’autopsia bisognerà attendere ancora,  intanto la salma è stata restituita alla famiglia per i funerali fissati per lunedì preceduti dalla camera ardente allestita lunedì mattina dalle 10 presso la cappella del cimitero di Aprilia. Nel pomeriggio alle 15:30 saranno celebrate le esequie nella chiesa di San Michele Arcangelo e Santa Maria Goretti.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto