operazione della polizia

Impianto elettrico e acqua, tutto abusivo. Denunciato commerciante di latticini di Terracina

La scoperta degli illeciti durante un'esecuzione forzata per il rilascio dell’immobile

POLIZIATERRACINA – Da oltre un anno mandava avanti l’attività commerciale con un impianto elettrico collegato, abusivamente, direttamente ai cavi dell’alta tensione esponendo a gravi rischi tutta la palazzina che ospitava il negozio. Non solo, senza acqua da oltre 6 mesi, cessata per morosità con conseguente apposizione di sigilli al contatore e tappi di chiusura, si riforniva grazie a dei collegamenti che bypassavano il contatore sigillato.

Una serie di illeciti che hanno portato alla denuncia per furto aggravato di un commerciante di latticini e generi alimentari di Terracina  C.S. queste le sue iniziali, di 54 anni originario di Napoli.

La scoperta degli illeciti è avvenuta per caso, quando  gli agenti di polizia durante l’esecuzione forzata per il rilascio dell’immobile emessa dal Tribunale di Latina, hanno notato il comportamento sospetto del commerciante. L’uomo visibilmente agitato cercava infatti, a più riprese di avvicinarsi alla cassetta dei contatori.

Incuriositi dall’atteggiamento insolito del 54enne, i poliziotti hanno constatato che staccando l’erogazione della fornitura di energia elettrica i frigoriferi e tutti gli apparati elettrici del negozio venivano comunque alimentati. Successivamente gli  operatori Enel specializzati nel contrasto alle frodi, hanno scoperto l’attacco abusivo. A questo punto, sono state verificate anche le altre forniture, riscontrando analoghi illeciti anche per l’acqua potabile. Il personale di “Acqualatina” ha accertato che l’attività commerciale era sprovvista di contratto da oltre 6 mesi, cessata per morosità con conseguente apposizione di sigilli al contatore e apposizione di tappi di chiusura. In questo caso il furto avveniva, grazie a dei collegamenti che bypassavano il contatore sigillato, assicurando l’afflusso di acqua alle tubature del negozio.

A questo punto è scattata la denuncia per i reati di furto aggravato e continuato, inoltre al  commerciante che aveva chiesto una proroga dello sfratto che gli consentisse di beneficiare degli incassi legati alla stagione estiva, è stato subito tolto in modo definitivo l’immobile.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto