la novità

#DiNotte, la webserie di #CarrefourLatina on line da giugno

Nicholas Perinelli dirige cinque storie tra gli scaffali

 

LATINA – Esiste un mondo, di notte, fatto di storie, racconti, incontri, confronti e divertimento. Di persone che per la prima volta incrociano i loro destini; ma anche di altre, accanto da una vita, che per qualche strana alchimia al bagliore della luna, scoprono cose nuove. Di notte, c’è anche chi tenta imprese prima che il sole faccia capolino, sperando che quelle poche ore a disposizione possano diventare indimenticabili. Di notte nascono storie che in qualche modo parlano di noi.

LA WEB SERIE – #DiNotte tutto può accadere. E lo racconta per la prima volta #CarrefourLatina che dal prossimo mese di giugno, per i cinque giovedi del mese a partire dalle ore 19.30, presenterà la webserie dedicata proprio a cosa accade by night. Il canale sarà Internet, e più specificatamente quello Social. La messa in onda sarà infatti in esclusiva su facebook.com/CarrefourLatina

DIECI ATTORI – Dieci attori si caleranno nei panni di altrettanti personaggi per raccontare di passioni, timori, tradimenti e anche di risate. Si tratta di un progetto unico nel suo genere, il primo a livello territoriale, e uno dei primi su scala nazionale, dove una realtà commerciale, Carrefour Latina per l’appunto, interagirà con il proprio pubblico in una maniera differente e innovativa. Non pubblicizzando prodotti, ma parlando di un mondo dove l’interno di un supermercato fa da sfondo a un bacio rubato, a un’impresa tra amici, a un inaspettato incontro.

UN GRUPPO TUTTO PONTINO – Carrefour Latina con il suo progetto #DiNotte promuove anche le professionalità del territorio. La regia è di Nicholas Perinelli, laurato in Cinematografia al D.A.M.S, l’università di Cinema e Arti visive di Roma; come direttore della fotografia ha firmato molti cortometraggi e video musicali, tra i quali “Buongiorno Maestra” per la regia di Melania Maccaferri, “Dai suoi occhi” di Fabrizio Nardocci per la “DalexFilm” giunto secondo al Festival Tulipani di Seta Nera – sezione Rai. Ora Perinelli è all’opera su diversi progetti, uno in particolare per il quale la Rai ha già acquisito i diritti.

Le tracce musicali portano la firma di Francesco Taskayali, giovane compositore e pianista, della cantautrice Marella Montemurro e del rocker Tony Montecalvo.

LE CINQUE STORIE – Le  cinque  storie,  che  verranno  raccontate  nei  cinque  giovedì  del  mese  di  giugno  su facebook.com/CarrefourLatina in puntate della durata media di sei minuti, vedono protagonisti  Gabriele  Sacchetti,  4  anni,  alla  sua primissima esperienza davanti alla macchina da presa; dalla scuola di recitazione “La Bottega degli Errori”  di  Clemente  Pernarella,  Andrei  Cuciuc già  protagonista  di  pubblicità  progresso commissionate  da vari  Ministeri, Gerardo  Rizzo,  Antonella Paolino, Viviana  Barboni, Simone  Della Penna e Alessandro Toselli; Manolo Germani protagonista di uno spot/corto “Terracina dice no” contro la violenza sulle donne, inisieme a Eleonora Bruni, studentessa de “La Sapienza” di Roma facoltà di Arte e Scienze dello spettacolo, e della scuola di recitazione “Jenny Tamburi” di Roma; Valerio Vincenzo Coronella alla sua prima esperienza in questo tipo di progetti, ma con diverse presenze in ambito teatrale.

Il più giovane attore della web serie ha 5 anni

Il più giovane attore della web serie ha 5 anni

“Le storie che andiamo a raccontare #DiNotte – ­ spiega il regista Nicholas Perinelli – ­ riguardano eventi che  possono  davvero accadere  a  tutti noi,  in  qualsiasi  momento  della  vita.  Ma  con  una  novità  in  più  che  non voglio  svelare  per  non  rovinare  la  sorpresa.  Fare  la  spesa  con  gli  amici nel tentativo di preparare il pranzo della loro vita;  cercare  di  catturare l’attenzione di una ragazza apparentemente fredda e insensibile refrattaria a qualsiasi tentativo di approccio; confrontarsi con la propria migliore amica in fila in cassa e, perché no, anche innamorarsi tra le corsie del market. Le cinque storie sono state ideate e  modellate  direttamente  sugli  attori.  L’idea  principale  è  stata  quella  di una sceneggiatura molto elastica, una sorta di struttura o traccia per lasciare spazio soprattutto alla spontaneità, in un continuo  work  in  progress.  Non  importa  come  e  con  quale  tecnica  venisse  realizzata  la webserie. L’importante era che io riprendessi dieci attori, dieci persone, che davvero stavano vivendo storie, #DiNotte, che valeva la pena raccontare e far rivivere al pubblico”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto