le indagini

Ponza, disposta l’autopsia sul corpo di Gianmarco Pozzi: l’ipotesi di un tragico incidente mentre si allenava

Il ragazzo è stato trovato morto a Santa Maria domenica

Shares

PONZA – E’ stata disposta l’autopsia sul corpo di Gianmarco Pozzi, il campione di kick boxing di Frascati trovato morto a Ponza dove lavorava come addetto alla sicurezza in discoteca. La tragica scoperta da parte di alcuni residenti è avvenuta domenica poco prima di mezzogiorno a Santa Maria dove il corpo del ragazzo che aveva 28 anni, è stato trovato riverso a terra, con una profonda ferita alla testa, indosso solo il costume. Era sotto un muro alto tre metri.

L’ipotesi, ancora tutta da confermare e chissà se si riuscirà a ricostruire con esattezza quanto accaduto sull’isola pontina, è quella di un incidente: forse Gianmarco si stava allenando, e, essendo agile e prestante proprio per i suoi trascorsi agonistici, si spostava su percorsi alternativi, saltando tra muri e terrazzamenti. Probabilmente a quell’ora era diretto in spiaggia.

Sulla tragedia proseguono le indagini dei  carabinieri della compagnia di Formia che non avrebbero trovato testimoni. Saranno ascoltati amici e conoscenti per capire se quel percorso che è costato la vita al giovane body guard, fosse un’abitudine, magari per tenere il fisico allenato anche in questo periodo che trascorreva lontano dalla palestra che frequentava ai Castelli.

La procura di Cassino che coordina l’inchiesta sulla morte, ha disposto l’esame sul corpo. Per questo la salma raggiungerà l’istituto di medicina legale del capoluogo ciociaro.

 

1 Commento

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto