il protocollo

Tirocini universitari, intesa fra Agenzia Dogane Lazio e Sapienza

I tirocinanti avranno la possibilità di avere una conoscenza diretta e concreta del mondo del lavoro

Attivare tirocini curriculari a favore di studenti che frequentano corsi di studio presso Sapienza Università di Roma per favorirne la loro formazione professionale all’interno del Laboratorio Chimico di Roma dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Questo l’obiettivo della convenzione firmata oggi a Roma da Davide Miggiano, Direttore dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per il Lazio e l’Abruzzo e da Antonella Polimeni, Rettrice della Sapienza.

La convenzione, che rientra nel più ampio accordo firmato fra l’Agenzia e la Fondazione CRUI per le università italiane, rappresenta solo il primo passo verso una continua e reciproca collaborazione fra i due soggetti al fine di progettare e realizzare iniziative congiunte.

“La firma della convenzione consolida opportunità di collaborazione con una delle più antiche università del mondo – afferma il Direttore Miggiano – e ribadisce l’importanza della formazione professionale all’interno dell’Agenzia. I tirocinanti avranno la possibilità di avere una conoscenza diretta e concreta del mondo del lavoro grazie alle professionalità presenti nel Laboratorio Chimico di Roma, di integrare il loro percorso universitario e di orientare le loro future scelte professionali.”

“Per Sapienza, favorire un’adeguata ed efficace collocazione sul mercato del lavoro dei propri studenti e laureati – ha dichiarato la Rettrice Antonella Polimeni – è una priorità e anche una responsabilità. Il Protocollo con l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli non è solo un esempio della fattiva collaborazione tra soggetti pubblici per migliorare l’occupabilità dei giovani nel nostro Paese. Il settore chimico, orientato alla dinamica degli scambi internazionale, intercetta sicuramente un ambito che sarà sempre più strategico, anche sotto il profilo della sicurezza, e con compiti di ricerca e di analisi merceologica di grande rilevanza.”

 

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto