LA PROTESTA

Sigilli all’ex Pozzi Ginori di Borgo Piave: gestione illecita dei rifiuti

Il blitz del Nipaf, denunciato l'amministratore della società proprietaria del sito

[flagallery gid=388]

LATINA – Sigilli all’ex Pozzi Ginori: questa mattina il Nipaf del Comando Provinciale del Corpo Forestale dello Stato ha posto sotto sequestro il sito industriale dismesso sulla Pontina, alle porte del capoluogo. L’area è al momento interessata da operazioni di messa in sicurezza e bonifica ambientale.

Sul sito, di proprietà della società “Sviluppo Immobiliare Latina”, erano presenti cinque cumuli di 150 metri cubi ciascuno di rifiuti non pericolosi costituiti da terre di fonderia a granulometria fine prodotti da processi termici dell’ex ciclo produttivo, per un totale di 600 metri cubi di rifiuti. La porzione di area interessata dai rifiuti e  sequestrata dagli agenti della forestale è di circa 300 metri quadri. L’intervento  – si legge nella nota del Nipaf – è stato effettuato perché i rifiuti non risultavano rispettare le disposizioni della normativa. Gli agenti hanno denunciato all’autorità Giudiziaria l’amministratore unico della società proprietaria per gestione illecita dei rifiuti, nello specifico integrando il reato di discarica abusiva.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto