stop ai lavori

Caso Francioni, riunione in Comune per decidere

Il caso della gradinata all'analisi dei tecnici e del Commissario Barbato

Shares
Foto Enrico De Divitiis

Foto Enrico De Divitiis

LATINA – Si è tenuta nel pomeriggio di ieri una riunione in Comune per tentare di trovare la soluzione al nuovo caso Francioni esploso in questi giorni quando sono iniziati i lavori per la realizzazione da parte della società di calcio Us Latina Calcio, una nuova gradinata da 2000 posti. Sembra proprio che i tempi non saranno brevissimi, ma una soluzione ufficiale ancora non c’è.

A stare al parere dei tecnici comunali che seguono la vicenda, l’iter autorizzatorio seguito per dare il via libera ai lavori non sarebbe regolare e dunque sarebbe necessario ripartire con la procedura corretta. Tra le ipotesi considerate quella più accreditata sareBBe quella di approvare il progetto in variante urbanistica, procedura che richiederebbe un minimo di 50 giorni per compiersi.  Il commissario prefettizio al Comune di Latina Giacomo Barbato attende ora soluzioni dagli uffici.

MAIETTA RINGRAZIA I TIFOSI E CHIAMA DE MARCHIS – “Vorrei esprimere il mio dispiacere e rammarico per quanto accaduto in questi giorni sulla questione.  Ringrazio di cuore tutti i tifosi per la vicinanza mostrata nei confronti della società e soprattutto per l’attaccamento che hanno mostrato ai colori nerazzurri e vi assicuro che questo ci da uno stimolo ed una forza incredibili, ma vi invito con gran voce e forza a lasciare da parte ogni manifestazione violenta e di ricondurre tutto nell’ambito della protesta civile _ scrive in una nota il presidente del Latina Calcio Pasquale Maietta che ha telefonato al consigliere del Pd De Marchis che ha sollevato il caso – Questa mattina ho sentito il dovere di chiamare il consigliere De Marchis o meglio l’uomo De Marchis, nel frattempo preoccupato per la incolumità sua e della sua famiglia per assicurarlo del fatto che come società avremmo in tutti i modi cercato di stemperare gli animi è deprecato ogni comportamento violento”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto