l'inchiesta prosegue

Concussione, si aggrava la posizione dei finanzieri di Latina ai domiciliari

La Procura accerta nuovi episodi a carico dei due ispettori della Tributaria: ora sono in carcere

palazzo M

Palazzo M sede della Guardia di Finanza

LATINA – La Procura di Latina ha accertato altri episodi di concussione a carico dei due finanzieri del nucleo di polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Latina già finiti ai domiciliari nel mese di ottobre. Per questo oggi, su richiesta dei Pm Spinelli, De Lazzaro e Bontempo,  il G.I.P. del Tribunale di Latina, Laura Matilde Campoli ha disposto nei confronti dei due ispettori, Tarcisio Dall’Aversana e Ciro Pirone, l’applicazione della misura cautelare della custodia in carcere.

“Le condotte accertate in questa fase sono risultate inserite in un consolidato sistema di prevaricazione ai danni di imprenditori e professionisti della Provincia di Latina, denotando un preoccupante quadro di rapporti illeciti tra i pubblici ufficiali ed i privati tuttora in fase di approfondimento”. sottolinea in una nota la Procura.

Conferenza in Procura

Al centro il procuratore aggiunto Nunzia D’Elia

L’inchiesta dunque  non si ferma qui. Le indagini coordinate dal Procuratore Aggiunto Nunzia D’Elia, affidate ai colleghi dei due militari, hanno portato alla luce situazioni di persone che dopo essere state sottoposte a normali verifiche fiscali, si erano poi trovate “costrette da tempo a versare sistematicamente ai due Pubblici Ufficiali denaro o altre utilità”. L’inchiesta prosegue anche in collegamento con la Squadra Mobile di Latina per capire se altri professionisti siano coinvolti, e se ci sia un regista, un suggeritore che indicava ai finanzieri dove svolgere i controlli e poi chiedere le mazzette.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto

CHIUDI IN BASSO A DESTRA