Calcio serie B

Latina-Crotone 2-2, al Francioni è un’altalena di emozioni

Segna Esposito, nella ripresa i calabresi pareggiano, poi il sorpasso. All'ultimo respiro il pari di Acosty

Acosty

LATINA- Pareggio pirotecnico tra Latina e Crotone in una gara piena di emozioni e intensità.  Alla fine il 2-2 premia la generosità della squadra di Somma che nonostante l’inferiorità numerica per l’espulsione di Olivera nell’episodio che stava cambiando rotta alla partita, è riuscita con un colpo di reni ad evitare la terza sconfitta consecutiva fermando il Crotone, primo in classifica e che vinceva da cinque turni. Il pareggio permette al Latina di respirare e guadagnare anche una buona dose di autostima. Pronti e via e i nerazzurri giocano a testa alta: fraseggi, aggressività, possesso palla e producono occasioni mettendo alle corde la capolista,  come la chance che capita a Dimitru fermato da Cordaz e subito dopo a Corvia, bloccato da un salvataggio sulla linea di Ferrari.  Il Crotone conferma il suo valore e i 40 punti in classifica si vedono tutti. Gioca in scioltezza, è una squadra con una spina dorsale ben delineata e a tratti gioca anche a memoria. Ricci regala qualche numero e poi solo un magnifico recupero di Calderoni impedisce a Budimir di battere a rete e sbloccare la partita.  Poco prima invece è Ferrari a vedersi respingere un’incornata di testa da Farelli che vola all’angolo ed è provvidenziale. Alla mezz’ora il Latina passa e meritatamente con Esposito, il difensore con licenza di goleador che si fa trovare pronto al posto giusto e al momento giusto su una respinta di Cordaz dopo un angolo di Scaglia. Nella ripresa il Crotone gioca per ribaltare il risultato e ci riesce anche se la svolta al match arriva da un episodio, l’ennesimo: Olivera atterra in area Ferrari per l’arbitro è rigore e Ricci dagli undici metri trasforma spiazzando Farelli.  Il Latina perde il suo capitano per doppia ammonizione e perde anche la lucidità per gestire la partita, gioca con l’affanno e con la paura nelle gambe che si materializza a sei minuti dal termine con la rete di Budimir. Sembra finita, Somma inserisce Ammari e Regoli e 60 secondi dopo, all’ultimo respiro il Latina quando il match è ai titoli di coda ecco il pareggio con Acosty, ancora una volta tra i migliori in campo; nella mischia in area l’attaccante nerazzurro è lesto ad insaccare con un destro che non lascia scampo a Cordaz. E’ un gol pesante che fa esplodere il Francioni.

 

Latina: Farelli, Baldanzeddu (44’ st Regoli), Dellafiore, Esposito, Calderoni, Schiattarella (44’ st Ammari), Olivera, Scaglia, Acosty, Corvia (14’ st Mbaye), Dumitru. A disp.: De Lucia, Celli, Bruscagin, Moretti, Jefferson, Brosco. All.: Somma

 

Crotone: Cordaz, Yao, Claiton, Ferrari, Balasa (34’ st Palladino), Barberis, Capezzi, Galli (35’ Zampano), Ricci, Budimir, Torromino (13’ st Stoian). A disp.: Festa, Cremonesi, Tounkara, De Giorgio, Sabbione, Bruno. All.: Juric

 

Arbitro: Abisso di Palermo. Assistenti: Intagliata di Siracusa e Soricaro di Barletta. Quarto uomo: Viotti di Tivoli

 

Marcatori: 29’ Esposito, 22’ st Ricci, 39’ st Budimir, 45’ st Acosty

 

Espulsi: 21’ st Olivera per doppia ammonizione. Ammoniti: Galli, Barberis, Scaglia, Stoian, Olivera, Esposito, Ricci, Clayton

 

Spettatori:  3000 circa di cui 859 per un incasso di 12545 euro. Totale abbonati: 1926 per un rateo quota abbonati di 19995 euro

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto