la dedica

Massimo Santarelli, il ricordo a 15 anni dalla scomparsa

Un dibattito sulle fake-news per ragionare sul giornalismo nell'era dei social

LATINA – Massimo Santarelli, giornalista di Latina Oggi e del Corriere della Sera, autore di inchieste,  è scomparso da 15 anni, ma la sua memoria è viva tra amici,  colleghi e familiari, che hanno deciso di dedicargli un evento. L’appuntamento è per domani, 2 dicembre 2017, nel l teatro comunale di Montorio al Vomano, in provincia di Teramo (il paese di nascita) , un incontro-dibattito si “Fake news e post-verità, il giornalismo nell’era dei social media”.

“Un momento di riflessione sul giornalismo di ieri e di oggi e sul contributo che Massimo Santarelli ha dato alla crescita professionale di tanti giovani cronisti di questa provincia”, dicono gli organizzatori.

Santarelli è scomparso improvvisamente il 27 novembre 2002, all’età di 39 anni, per un’aneurisma, lasciando due figli e un vuoto tra i colleghi. Domani, il ricordo che vuole richiamare l’attenzione di tutti sull’importanza del giornalismo e sulla necessità di trattare con la serietà dovuta, le notizie. Interverrano:  Arturo Diaconale, direttore de L’Opinione delle libertà e membro del consiglio di amministrazione della Rai, e Andrea Garibaldi, inviato speciale del Corriere della Sera. Alessandro Allocca, giornalista di Latina, esperto di social media. L’evento promosso dal Comune di Montorio al Vomano, con l’Ordine dei giornalisti d’Abruzzo e della cooperativa sociale Lis, ha ottenuto il Patrocinio della Provincia di Latina.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto