le foto

Di Cocco: “Differenziata al palo, quanti soldi persi”

Critiche alla gestione di Abc

LATINA – “I cittadini mi chiedono se ABC sia in sciopero. A Latina Mare, come in alcune zone della città, vicino le scuole, quella di via Po ne è un esempio, il servizio di raccolta dei rifiuti non passa da settimane e la situazione è degradante”. Lo dice Gianluca Di Cocco, ristoratore della Marina, ex assessore e presidente dell’associazione Idea criticando quello che chiama “stop o ritardo nella raccolta dei rifiuti differenziati, che a prescindere dai problemi economici che comporta e comporterà, alle casse comunali e conseguenzialmente alle tasche dei cittadini,  produce uno stato di degrado e problemi sanitari alquanto allarmanti. Aggiungiamo la pigrizia, l’inciviltà, selvaggi con le auto che rallentano quando passano davanti ai cassonetti in questione e lanciano, letteralmente, il sacco dei rifiuti”.

Di Cocco torna a porre l’accento su Abc, sulla gestione inefficiente, sul piano industriale che non c’è, sui 671mila euro che ogni mese vengono pagati alla Rida Ambiente di Aprilia, mentre il servizio raccolta differenziata  è al palo.

“Mi limito a dire che con la differenziata ci sarebbe stato un introito di circa 1,5/1,6 milioni di euro annuo per le casse comunali, che invece non c’è stato”, conclude di Cocco.

1 Commento

1 Commento

  1. Marco

    17 ottobre 2018 alle 16:07

    Il Sindaco di Latina in campagna elettorale, ricordo perfettamente, nel programma elettorale tra diversi temi poneva un risalto particolare alla questione ambientale e di decoro urbano. A più di due anni dall’insediamento della LBC ci ritroviamo con una città dove la raccolta dei rifiuti in particolare la differenziata continua ad accumularsi in terra per giorni. Il quartiere a cui mi riferisco è la centrale via Don Morosini, alta è la presenza di residenti ed uffici e totalmente inadeguato il numero di cassonetti per la raccolta di carta e plastica che si saturano nel giro di due giorni, rispetto a un esiguo numero di passaggi dell’azienda municipalizzata ABC per lo svuotamento. Ci tengo a sottolineare anche l’inadeguato posizionamento di una batteria di cassonetti nell’area di pertinenza di un distributore di benzina fatiscente di cui non si conosce se i serbatoi sono stati bonificati. Invito il Sindaco a provvede, qualora non sia stato fatto, al sollecitare il marchio alla bonifica e smantellamento del sito.

    Un Residente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto