l'operazione

Fondi, confiscati dalla Guardia di Finanza i beni del boss Carmelo Tripodo

Quasi tre milioni tra immobili, auto e quote societarie

FONDI – Dopo il sequestro eseguito nel 2017, è scattata questa mattina  la confisca per i beni di Carmelo Giovanni Tripodo eseguita dalla Guardia di Finanza. L’uomo, 60 anni, di origini calabresi da tempo residente a Fondi e ritenuto a capo di un sodalizio criminale di stampo mafioso che ha gestito e controllato nel tempo illecitamente attività economiche e commerciali, condizionando il rilascio di concessioni, autorizzazioni, appalti e servizi pubblici, è stato condannato per associazione mafiosa con sentenza passata in giudicato.

Il decreto di confisca dei suoi beni, molti dei quali intestati a prestanome, è stato emesso dal Tribunale di Latina, e riguarda immobili, auto e quote societarie, per un valore complessivo di circa 2,8 milioni di euro. Confiscati il patrimonio aziendale e i beni di 3 società, operanti nei settori delle pulizie e del trasporto merci per conto terzi; 15 immobili residenziali e commerciali nonché 9 terreni siti a Fondi e 13 automezzi.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto