le esequie

L’addio a Cancellieri, “esempio sul campo e nella vita”

A San Marco tanti per l'ultimo saluto all'ex calciatore e imprenditore

LATINA – “Tutti abbiamo bisogno di esempi e lui lo è stato. Me  ricordo negli anni ’60 quando giocava con il Latina. Un esempio sul campo come nella vita: corretto, leale, gentile con il suo stile e il sorriso che abbiamo apprezzato”. Così il sindaco di Latina Damiano Coletta questa mattina ha salutato Mario Cancellieri, nella  Cattedrale di San Marco dove è stato dato l’ultimo saluto all’imprenditore il cui nome è associato indissolubilmente alla scarpa. “Mario continui ad essere un buon esempio”, ha concluso Coletta.

Molti i presenti alla funzione religiosa: con i familiari, amici, clienti, ex calciatori, i compagni delle partite a tennis, che ne hanno ricordato attoniti, la forza e la tenacia, quella che erano convinti lo avrebbe portato alla guarigione.

Ma non è stato così e i familiari ora chiedono chiarezza. La Procura di Roma, dopo l’ esposto presentato da moglie e figli, ha aperto un fascicolo per accertare eventuali negligenze o responsabilità mediche, così come chiesto dalla famiglia dopo la morte  avvenuta il 29 dicembre al Campus BioMedico di Roma.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto