dopo l'ordinanza

Ponte sul Mascarello, Ranieri: “Le piogge hanno accentuato le criticità”

Si attendono gli atti amministrativi necessari per consentire alla Sogin di ricostruirlo

Shares

LATINA – Risponde alle polemiche sorte dopo l’ordinanza di chiusura del Ponte Mascarello, l’assessore Emilio Ranieri che spiega:  “Soprattutto le ultime piogge di novembre hanno accentuato le criticità che erano conosciute da tempo e sebbene il Certificato non fosse scaduto (scadenza giugno 2020) le ispezioni programmate non hanno consentito deroghe alla chiusura. Contiamo di effettuare all’interno dell’accordo quadro delle strade (Lotto Sud) le opere di manutenzione necessarie a mantenerlo in condizioni adeguate al traffico dell’ordinanza del 2010. Cercheremo di effettuare tutto il possibile per mantenerlo idoneo verificandone con gli ispettori dei ponti la sicurezza ed effettuando preliminarmente ulteriori prove sui materiali. Auspichiamo di procedere rapidamente all’approvazione degli atti che consentiranno a Sogin di dare alla comunità un ponte rinnovato e adeguato alle esigenze attuali di traffico e mobilità”. Il ponte infatti sarà ricostruito dalla società che si occupa dello smantellamento della ex centrale nucleare di Latina.

La chiusura del ponte sulla strada Valmontorio è stata decisa dopo l’ispezione trimestrale prescritta dal Certificato di Idoneità Statica rilasciata dal tecnico incaricato dal Comune che, come già dichiarato, ha effettuato ispezioni e prime indagini preliminari su diversi ponti del territorio comunale. Molti cittadini dopo il crollo del Ponte Morandi avevano fatto notare le condizioni precarie della struttura.

10 Commenti

10 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto