la novità

Latina, in Viale Mazzini lecci al posto di pini e platani traforando i vecchi tronchi

L'intervento è cominciato e prevede l'utilizzo di una nuova tecnica

Shares

LATINA – Lecci al posto dei pini e di una parte dei platani che verranno tagliati in Viale Mazzini, in tutto 46 alberi da sacrificare perché ormai pericolosi: 31 della prima specie e 15 della seconda. L’intervento ha preso il via oggi tra le polemiche, ma stavolta  – spiega l’assessore all’ambiente Roberto Lessio – sarà simultanea la ripiantumazione delle nuove essenze arboree al posto di quelle che sono diventate pericolose. Come? Con un sistema nuovo: “Invece di scavare per togliere l’apparato radicale delle piante abbattute, i vecchi tronchi saranno trivellati fino a creare le condizioni per la crescita al loro interno dei nuovi alberi”, spiega ancora Lessio.

La scelta del leccio, invece, è stata fatta per continuità con le strade confinanti e perché i lecci sono varietà autoctone. Peccato che a crescita lenta. Per vederli ombreggiare il viale, ci vorrà molto tempo. Anche l’immagine cambierà totalmente e bisognerà abituarcisi.

E’ solo il primo di imminenti interventi di manutenzione del patrimonio arboreo: seguirà va della Rosa, mentre è in fase di assegnazione la gara per la potatura e messa in sicurezza di tutti gli alberi che si trovino su aree pubbliche. Quanto al bilancio arboreo: “E’ in positivo , dal nostro arrivo ad oggi sono state piantumate circa 2000 piante rispetto alle 500 abbattute, ma non sono contento lo stesso – conclude l’assessore – La legge ci dice che dobbiamo piantare un albero per ogni nuovo nato e non abbiamo ancora raggiunto il numero”.

 ASCOLTA LESSIO 

 

4 Commenti

4 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto