in via del porto

Terracina, i pedoni investiti erano di spalle, giovane accusato di tentato omicidio plurimo

Il gip Cario ordina gli arresti domiciliari per un 29enne di San Felice Circeo

TERRACINA – Aveva investito due pedoni alle 3 di domenica mattina in Via del Porto a Terracina dopo una lite stradale. Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina Giuseppe Cario ha disposto gli arresti domiciliari per il 29 enne di San Felice Circeo autore dell’investimento, ora accusato di tentato omicidio plurimo. Il ragazzo a poche  ore dai fatti era stato arrestato dagli agenti del commissariato locale che hanno accertato la volontarietà di travolgere i due pedoni che di spalle si stavano allontanando dopo un parapiglia.
La formulazione del reato da parte del Sostituto Procuratore della Repubblica Valerio De Luca e l’esistenza  – secondo il pm – del concreto pericolo che l’indagato possa commettere delitti della stessa specie avendo avuto un comportamento particolarmente spregiudicata, sono state accolte dal giudice il quale ha stabilito che “alcuna legittima difesa eventualmente scaturita da una discussione per motivi stradali ma piuttosto una deliberata volontà di investire violentemente i passanti intendendo così attuare il proposito criminoso di uccidere”.
Il ragazzo è stato quindi portato agli arresti domiciliari con il divieto di comunicare anche per via telematica.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto