politica

Apertura nuovo hub vaccinale a Gaeta, botta e risposta Simeone-Moscardelli

Il presidente della Commissione sanità accusa la Asl e la Regione, il segretario Dem lo smentisce

GAETA – Botta e risposta tra il presidente della commissione regionale sanità, Giuseppe Simeone e il segretario del Pd provinciale di Latina Claudio Maoscardelli, sull’apertura del nuovo hub vaccinale di Gaeta. 

“Ci risiamo, dice Moscardelli, il Consigliere Simeone strumentalizza su Gaeta. La Asl di Latina si è preoccupata di organizzare nuovi centri vaccinali tra cui Gaeta. La Asl ha preso contatto con il Comune e ha proposto di organizzare il centro , prevedendo anche l’eventuale collaborazione con la Croce Rossa per la gestione. I locali messi a disposizione dal Comune non sono utilizzabili almeno fino alla fine di giugno in quanto occupati per altre attività e perché ci sono problemi di parcheggio tanto è vero che si sta lavorando per la realizzazione di posti auto con tempi che fanno prevedere la fine di giugno come termine per approntare il tutto e dal primo luglio salvo imprevisti si potrebbero avere i locali disponibili. Che senso ha allora l’intervento del Consigliere Simeone?”, si chiede il segretario Dem, accusando l’esponente politico azzurro di voler “come al solito speculare sulla pandemia e dare l’idea ai cittadini che grazie a lui la Asl si muova per contrastare la pandemia. Niente di più falso. Ha solo messo in fila una serie di iniziative tutte irrispettose del lavoro prezioso degli operatori sanitari di cui non ha considerazione e ha approntato interventi tesi a strumentalizzare problemi per trarne un lucro politico”.

L’intervento di Moscardelli segue quello con cui il consigliere regionale di Forza Italia Giuseppe Simeone, presidente della commissione sanità del Lazio invitava la direttrice generale  della Asl di Latina, Silvia Cavalli, il presidente Zingaretti, l’assessore D’Amato e il direttore della Direzione regionale salute e integrazione socio-sanitaria, Annicchiarico, a “predisporre ogni azione necessaria per reperire il personale sanitario da destinare all’Hub vaccinale di Gaeta al fine di dare risposte ai cittadini e ai nostri territori nonché di contribuire fattivamente a compiere un ulteriore passo verso un’implementazione dei servizi che proprio in una fase tanto complessa come quella che la pandemia sta comportando potrà farsi intravedere l’uscita da questa emergenza. Il riferimento corre a quanto accaduto a Gaeta in merito all’apertura del nuovo Hub vaccinale per effettuare le somministrazioni delle dosi contro il Covid 19. Nei mesi scorsi il Comune di Gaeta aveva messo a disposizione della Asl di Latina la struttura dell’ex palazzetto dello sport sito in Marina di Serapo assumendosi l’impegno di effettuare i lavori, secondo le indicazioni fornite dalla Asl stessa, per renderlo adeguato sotto il profilo strutturale ad ospitare un centro vaccinale assumendosi l’onere di provvedere alle spese per le utenze, nonché per l’aspetto logistico, necessarie al suo funzionamento. Oggi che i lavori sono terminati e la struttura è pronta apprendiamo che non ci sarebbe il personale sanitario, indispensabile per la somministrazione delle dosi, da destinare all’Hub di Gaeta”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto