a formia

Piove al Dono Svizzero, reparti allagati dopo la bufera di Ferragosto

La denuncia della Fials con le immagini

FORMIA – Piove al Dono Svizzero. La denuncia, corredata da immagini, arriva dalla Fials e riguarda la notte del 15 agosto nei reparti Cardiologia, Chirurgia, Medicina e Sala parto (il video) di Formia. “Dove tutto dovrebbe essere sterile. Solo il caso ha voluto che in quel frangente non ci fosse nessuna gestante in fase di parto. Questo racconto che ha dell’incredibile non è una favola del cantastorie ma è quello in cui si sono imbattuti numerosi operatori sanitari la notte di ferragosto. Dal racconto dei presenti, che per paura di ritorsioni non vogliono apparire, ci raccontano “dal tetto scendevano cascate d’acqua, che forse acqua non era”, ed effettivamente dal forte odore lasciato non sembra”.

La Fials in una nota dai toni fortemente polemici chiede chiarimenti alla Asl: ” Mai avremmo creduto che i colleghi sanitari invece di dover prestare assistenza sanitaria imbracciassero secchi e guanti per evitare allagamenti. Una situazione oramai divenuta insostenibile al “Dono Svizzero” dove sono mesi che lanciamo gridi di allarme, in ultimo al Sig. Prefetto per scuotere i vertici della Asl a prendere provvedimenti per garantire sicurezza agli operatori del Pronto Soccorso vittima di numerosi aggressioni. Lanciamo  – concludono  – un appello al Governatore Zingaretti affinché si corra ai ripari fin quando siamo a tempo e di non utilizzare l’ospedale come vetrina per la prossima campagna elettorale”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto