AUDIO – DIMENSIONAMENTO SCOLASTICO
Le novità dall’assessore e dai dirigenti

LATINA – E’ una piccola rivoluzione quella che le scuole di Latina conosceranno il prossimo anno con l’entrata in vigore del nuovo Piano di dimensionamento scolastico, approvato lo scorso venerdì dalla giunta comunale. La riorganizzazione della rete scolastica, concordata tra l’assessorato alla pubblica istruzione del Comune di Latina e una commissione mista formata dai dirigenti scolastici degli istituti del capoluogo pontino, prevede l’accorpamento dei circoli didattici (scuole dell’infanzia e primarie) e delle scuole medie in 10 istituti comprensivi guidati da un’unica dirigenza e frequentati da una media di circa 1300 alunni. Il Piano passerà ora al vaglio della Provincia, poi della Regione Lazio, cui spetta l’ultima parola in merito.

Quali i criteri usati per definire le nuove aggregazioni? ASCOLTALO dalla voce di MARILENA SOVRANI, assessore alla pubblica istruzione: audioSovrani]

«Il dimensionamento non comporterà per le famiglie alcun obbligo di iscrizione – spiega Sergio Andreatta, dirigente scolastico del IV circolo didattico di Latina, reggente del II e coordinatore della Commissione mista che ha lavorato all’elaborazione del Piano – Nulla vieterà al genitore di continuare a scegliere la scuola che lo stesso riterrà consona per la crescita formativa, culturale, sociale del proprio figlio». Sul piano dell’occupazione, invece, il Piano si tradurrà inevitabilmente in un’ulteriore riduzione di posti di lavoro: «E’ un provvedimento ispirato ai tagli ministeriali e alla logica del risparmio che governa il settore ormai da tempo». ASCOLTA ANDREATTA: audioAndreatta]

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto