Arresto del clan Ciarelli, tante le vittime del giro di usura

Un momento dell'arresto di Carmine Ciarelli

LATINA – Dopo l’arresto di Carmine, Ferdinando e Pasquale Ciarelli e del ventenne Andrea Pradissito per usura ed estorsione aggravata, proseguono gli accertamenti e le indagini della Squadra Mobile di Latina.
In particolare l’inchiesta punta a far emergere, da una parte, altri casi analoghi, dal momento che le intercettazioni hanno consentito di verificare che soggette alle pressioni del clan erano almento altre vittime  dieci vittime; dall’altra, e sembra questo il filone più scottante, a verificare il ruolo di copertura offerto da avvocati, medici, commercialisti e imprenditori che in vario modo hanno favorito le attività del clan.
L’ interrogatorio degli arrestati davanti al Gip Tiziana Coccoluto che ha firmato le ordinanze di custodia cautelare richieste dai Pm Riva e De Pasquale si terranno sabato mattina nel carcere di Via Aspromonte.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto