Nexans, nuovo vertice in Regione. D’Arco:”Ci sono spiragli per la reindustrializzazione”

LATINA – «E’ una grave perdita  per il  territorio,  ma ci sono spiragli di futuro per la reindustrializzazione del sito della Nexans». Così l’assessore provinciale alle attività produttive Silvio D’Arco commenta la conferma di chiusura dello stabilimento di Borgo Piave. Esprimendo rammarico ma sostenendo anche che «sindacati e istituzioni locali hanno fatto tutto il possibile  per mantenere la produzione  dei cavi, difendere l’alta specializzazione delle risorse umane e salvaguardare la piena occupazione della Nexans. Le critiche avanzate in questi giorni da taluni ambienti politici e sindacali – afferma D’Arco – appaiono  ingenerose ed ingiuste,  soprattutto verso i lavoratori  e le loro rappresentanze sindacali. Possiamo affermare in tutta coscienza  che la provincia di Latina, i lavoratori e i loro sindacati hanno utilizzato tutte le forme democratiche di lotta e gli strumenti possibili a loro disposizione , ponendo con forza e determinazione  la questione Nexans  su tutti i tavoli  politico-istituzionali, locali,  regionali e nazionali  senza ottenere,  purtroppo , gli esiti positivi sperati.  Ma , secondo l’assessore, le possibilità di nuove iniziative imprenditoriali e produttive sono reali, come dimostrano  i casi Bristol ed ex Pfizer: «Ritengo che in questa vicenda ci siano anche importanti spiragli di luce che dobbiamo saper cogliere  al fine di  guidare , in modo sinergico e condiviso, una nuova fase di reindustrializzazione del sito ex Fulgorcavi, che rappresenta ancora oggi un  luogo simbolico di produzione e  lavoro per la  provincia di Latina. Siamo riusciti a “costringere “ il Gruppo industriale francese ad evitare la messa in mobilità dei lavoratori e a restare nel “Gruppo di lavoro“ costituito presso il Ministero per accompagnare il percorso di reindustrializzazione del sito da parte di nuovi imprenditori fino all’assorbimento totale dei lavoratori occupati , compresi i lavoratori a tempo determinato».

VERTICE IN REGIONE – E’ previsto per oggi un nuovo vertice presso gli uffici della Regione Lazio: all’ordine del giorno il nodo degli ammortizzatori sociali. «Nessun lavoratore resterà senza reddito – dice in merito D’Arco – e  il trattamento economico della cassa integrazione sarà integrato del 20%  da parte della stessa Nexans».

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto