PONZA ESTATE
Presentati gli eventi
Sono 25 in 60 date

Shares
L'isola di Ponza

L’isola di Ponza

PONZA – L’isola di Ponza si candida a diventare la protagonista dell’estate 2013. La perla del Tirreno dalla natura incontaminata e selvaggia e dal mare cristallino mostra il nuovo volto di un luogo pieno di fascino da scoprire, conoscere e amare in tutti i suoi aspetti meno noti.
Ecco allora che la rassegna Ponza Estate offre per la prima volta a residenti e turisti una lunga serie di appuntamenti che animeranno ogni suo angolo, strada o piazza dell’isola. Un percorso di tradizioni popolari, musica, gastronomia e storia.
Circa 25 eventi, distribuiti in 60 date, tutti completamente gratuiti, iniziati già a giugno, saranno in programma fino a settembre, con spettacoli teatrali, concerti, festival, cabaret, gare sportive, kermesse culinarie. Un programma per completare le giornate di vacanza tra il mare e le bellezze naturali e un intenso cartellone di eventi serali.
“La nuova amministrazione sta lasciando la sua impronta – spiega il sindaco Piero Vigorelli – Quest’anno l’isola sarà diversa, più pulita, più ordinata, più attraente, grazie alle risorse della tassa di sbarco e al coinvolgimento degli isolani. Le famiglie con bambini troveranno per la prima volta tre parchi giochi e addirittura una pista per il pattinaggio su ghiaccio nell’incantevole scenario di Chiaia di Luna e il trenino lillipuziano. Il turista culturale troverà per la prima volta aperti alcuni siti archeologici di epoca romana. Gli eventi di Ponza Estate saranno l’inizio di un percorso inedito per l’isola e l’occasione per attrarre nuovi turisti. Offriamo in questo anno nero di crisi uno spettacolo continuo, per coccolare e fidelizzare chi ci viene a trovare per le sue vacanze”.
“Desideriamo offrire un’immagine di Ponza inconsueta e originale, fantasiosa e creativa, che avendo come filo conduttore la riscoperta culturale della storia dell’isola, si rispecchi in una accattivante offerta di eventi spettacolari – spiega il direttore artistico della rassegna Francesco Maria Cordella – I turisti e gli isolani,oltre ad immergersi nell’inebriante mare di Ponza, contornati dalla incantevole bellezza degli scenari naturali, potranno trascorrere serate dense di emozioni e ricche di divertimento”.
Dopo gli appuntamenti con la tradizione di San Silverio, la gara di pesca sportiva Swordfish Week e quella delle bagnarole costruite dai bambini a giugno, i mesi di luglio, agosto e settembre proseguono con la Settimana velica, il festival musicale del Melograno, il cabaret con Annalisa Aglioti e Barbara Foria e le rassegne Ponza in Tavola e Kermesse culinaria con i cibi della tradizione ponzese e quelli slow food.
Un’attenzione particolare sarà poi riservata ai bambini, con il teatro dei burattini in piazza della compagnia “Il Pescatore di Stelle” diretta da Ulrike Brokoph e lo spettacolo di magia del Mago Raptus dal titolo “Magicamente Abili” dedicato ai diversamente abili.
Con il festival Full Moon organizzato da Claudia Gerini, Alessia Barela e Francesca Figus, si valorizzano documentari e opere prime, per scoprire i nuovi talenti del grande schermo italiano.
Spazio alla letteratura e all’attualità politica con i tradizionali appuntamenti della quinta edizione di Ponza D’Autore, rassegna curata da Gianluigi Nuzzi e David Parenzo, che vedrà giornalisti, scrittori e intellettuali italiani confrontarsi su fatti di cronaca e temi di politica o economia. La sesta edizione del Premio Caletta segnerà un nuovo passaggio di testimone tra coloro che negli anni hanno contribuito a valorizzare l’immagine dell’isola.
La kermesse Onde Road, organizzata da Antonello Aprea, abbandonando i canonici schemi di concerti dal palco, proporrà invece una lunga serie di performance dal vivo in piazza e nelle strade, con numerosi artisti noti nel panorama musicale nazionale e internazionale, come la vincitrice di X Factor 2010.
Musica in piazza anche con Jonathan Leatwood, chitarrista conosciutissimo in Italia e all’estero che si esibirà nella meravigliosa cornice delle Forna.
La tradizione, la storia e il mito rivivono invece nelle tre performance presentate dalla compagnia Top Spin, racchiuse nel titolo “Ponza ai confini del mito”, trilogia teatrale della trasformazione. ideata e diretta da Francesco Maria Cordella. I tre spettacoli propongono un percorso drammaturgico di scoperta e conoscenza delle origini storiche dell’isola,che affondano nel Mito ed arrivano alla storia contemporanea.
Appuntamenti d’eccezione saranno quelli dedicati alla tradizione dei luoghi e a personaggi e avvenimenti che sono parte integrante della storia locale: la commemorazione del 70° dell’affondamento del Santa Lucia e l’omaggio a Ernesto Prudente, maestro di Ponza, linguista e autore, grande ricercatore scomparso il 23 settembre dello scorso anno, che si autoproclamò “Presidente di Palmarola”. La serata d’intitolerà “Ponza, l’ombelico del mondo” e sarà curata dall’associazione culturale Top Spin e coordinata dal professore Franco De Luca.
Sul palco la Nuova compagnia di canto popolare, gruppo napoletano nato per diffondere gli autentici valori della tradizione del popolo campano attraverso la musica, introdotta dal fisarmonicista e compositore di fama internazionale Marco Lo Russo.
A chiudere la rassegna, a settembre, sarà invece Cosimo Cinieri che, accompagnato dalla Banda comunale di Ponza diretta dal maestro Antonio Cafolla, presenterà lo spettacolo “Canzoniere Italiano”. Il fine dicitore e la banda di Ponza si esibiranno insieme per la prima volta diretti da Irma Palazzo.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto